Una corsa a sette, il rebus poltrone per la giunta di Piano di Sorrento

Salvatore Dare,  

Una corsa a sette, il rebus poltrone per la giunta di Piano di Sorrento

Piano di Sorrento. La nuova giunta dovrebbe essere nominata a breve. Ma per il neo sindaco Salvatore Cappiello è un’operazione delicata. Un rebus politico per la civica di maggioranza “ForteMente Piano”. A disposizione cinque poltrone all’interno dell’esecutivo, ma sono almeno sette i consiglieri comunali eletti in corsa per l’esecutivo. In pole ci sono coloro che hanno superato, di molto, la soglia dei 400 voti: dal primo degli eletti Giovanni Ruggiero (926 preferenze), passando a Gianni Iaccarino (647), Costantino Russo (621), Antonella Arnese (597) e Annalisa Pasquariello (564). Sulla carta, se si seguisse per davvero il criterio numerico, sarebbero questi i componenti della giunta. Ma non va dimenticato che meritano spazi altri alleati. Innanzitutto l’avvocato Anna Iaccarino (442 voti), fondatrice del movimento “Piano Forte” con cui inizialmente aveva annunciato la candidatura a sindaco: è quel contenitore che prima delle Comunali ha deciso di lasciar perdere una discesa in campo autonoma per sostenere Cappiello. Stando ai rumors, questa realtà avrebbe potuto ottenere il posto di vicesindaco, scenario smentito perentoriamente dalla stessa Iaccarino prima delle urne. E poi, anche l’ex assessore neo eletto Marco D’Esposito (436 voti), potrebbe rappresentare una risorsa utile per l’esecutivo. Almeno per ora, non dovrebbe esserci spazio in giunta per le tre neo consigliere comunali di maggioranza Giuseppina Esposito (398 voti), Monica Russo (344) e Katia Veniero (229). Una exit strategy per Cappiello potrebbe essere quella di riservare agli iniziali esclusi dalla giunta la presidenza del consiglio comunale e il ruolo di capogruppo di maggioranza. Una certezza è che Ruggiero, per via pure del ruolo chiave nella candidatura vincente di Cappiello, farà parte dell’esecutivo. Non è detto che possa essere vicesindaco, poltrona che potrebbe essere inizialmente assegnata a un’eletta (gli indizi vanno su Arnese e Pasquariello). Sulla presidenza del consiglio, appare delineata l’intenzione di andare a occupare questa casella sempre con un neo consigliere di maggioranza. Spesso l’incarico viene affidato all’opposizione, ma non è stato così già nell’ultima consiliatura dell’ex primo cittadino Vincenzo Iaccarino e Cappiello e i propri sostenitori intendono proseguire su questa strada. Qui potrebbe avere spazio l’ex assessore Gianni Iaccarino.

CRONACA