Sorrento, parte il G20. Oggi la sfida tra 100 startup per un futuro sostenibile

Salvatore Dare,  

Sorrento, parte il G20. Oggi la sfida tra 100 startup per un futuro sostenibile

Sorrento. Affrontare le sfide globali e costruire un futuro sostenibile e inclusivo favorendo le nuove generazioni. Sono gli ambiziosi obiettivi dell’Innovation League di Sorrento, l’evento dedicato alle startup internazionali che farà da “antipasto” al vero e proprio G20 del Commercio in programma domani e martedì. L’iniziativa, che si è aperta ieri sera con l’arrivo in città di delegazioni e investitori con una visita al Museo Correale di Terranova dove il ministro degli esteri Luigi Di Maio ha fatto gli onori di casa, entrerà decisamente nel vivo oggi con incontri, dibattiti e confronti sullo sviluppo delle startup. L’evento, organizzato proprio nel quadro della Presidenza italiana del G20, offre spazi a venture capitalist e grandi aziende internazionali. Ci sono 100 startup “in lizza”, provenienti proprio dai Paesi del G20. Tra queste ne verranno selezionate 10, in cinque campi già individuati dall’organizzazione: tecnologie pulite, potenzialità e rischi dell’intelligenza artificiale; uso efficiente dell’internet delle cose; città intelligenti e futuro della mobilità; futuro della sanità. Un’opportunità unica e preziosa per le startup che qui a Sorrento possono presentare i loro progetti e ovviamente proporre soluzioni tecnologiche che potrebbero rivoluzionare gli equilibri sia nel pubblico sia nel privato. Tappe cruciali dell’Innovation League i vari momenti di networking che daranno modo a tutti i partecipanti di stabilire contatti e fissare incontri B2B con gli investitori e le aziende internazionali. «La comunità internazionale deve riunirsi per trovare soluzioni a lungo termine, innovative e sostenibili alle complesse sfide che il mondo deve affrontare oggi, dalla pandemia di Covid al cambiamento climatico – ha dichiarato proprio Di Maio – L’Italia ritiene che questo quadro – che collega investitori e start-up sotto l’egida di un evento speciale del G20 – sia un modello prezioso da valorizzare: cooperazione, idee innovative, massicci investimenti e politiche coraggiose sono gli ingredienti per garantire alle prossime generazioni un futuro sostenibile, inclusivo e resiliente». Corposo il programma di oggi. Alle 9 sessione plenaria al teatro tasso con gli interventi istituzionali di Di Maio, del ministro per l’innovazione Vittorio Colao, del presidente dell’Agenzia Ice, Carlo Ferro e dell’amministratore delegato di Cdp Venture Capital Sgr, Enrico Resmini. A seguire approfondimenti sulle cinque sfide globali al centro delle priorità delle nuove startup, quindi approfondimenti tematici e presentazione delle startup fino a votazione finale,  proclamazione dei vincitori e conferenza stampa finale. Non mancano note di colore. Antonio Cafiero, il pasticciere dei vip di Sorrento, ha preparato un dolce benvenuto a tutti gli addetti ai lavori: macaron, alfajores, nut fruitcake, melktert, pumpkin pie, barfi, baklava, ongol, berliner brot, ecco le delle bontà preparate dal pasticciere sorrentino delle celebrity. In occasione dell’arrivo in città di ministri, delegazioni e giornalisti, all’interno della gelateria Primavera di corso Italia, Cafiero ha allestito un tavolo traboccante di specialità dolci, tipiche dei Paesi coinvolti nel prestigioso evento, con un ricco e profumato tiramisù centrale, in rappresentanza dell’Italia. «Molti di questi dolci – spiega Cafiero – hanno origini antichissime e sono quasi tutti accomunati dall’utilizzo, tra gli ingredienti principali, della frutta secca, simbolo notoriamente portafortuna. Ho scelto – continua – di seguire questo fil rouge per augurare a questo importante appuntamento ambientato a Sorrento, risultati fruttuosi e positivi per tutti».

CRONACA