Il trittico di fuoco svelerà il valore della Juve Stabia

Michele Imparato,  

Il trittico di fuoco svelerà il valore della Juve Stabia

La Juve Stabia si ritrova a fare i conti con la prima sconfitta stagionale. Il ko di Catania ha messo fine alla prima serie positiva della squadra stabiese che, per la prima volta in questo inizio di campionato, ha subìto più di una rete. L’ultima volta è stata in coppa Italia contro il Messina quando le Vespe sono state battute 3-2 al Menti.
C’è da dire che la partita del Massimino ha visto la Juve Stabia incappare in una giornata storta del reparto difensivo che, in pratica, ha regalato i tre gol al Catania. Svarioni come quello di Tonucci e errori di marcatura sul raddoppio di Russini e sul terzo gol di Moro hanno tagliato le gambe alle Vespe. Se da un lato c’è da meditare sulla sconfitta e sugli errori dall’altro si può dire che la squadra ha avuto anche una reazione forte.
Eusepi a fine partita ha parlato di grande squadra, la Juve Stabia, visto che in 5’ è passata dal 2-0 al 2-2 con la doppietta dello stesso Eusepi. Questo è il dato che forse fa più rabbia perchè fin qui la squadra di Novellino ha dimostrato di tenere botta contro tutti, di essere solida in difesa anche se prima del rientro di Eusepi ha avuto difficoltà nel finalizzare.
Se la sconfitta di Catania è stato un incidente di percorso lo si scoprirà la prossima settimana. Per le Vespe si apre un mini ciclo in cui, probabilmente, si potrà cominciare a capire dove può arrivare la squadra di Langella.
Domenica pomeriggio c’è il Picerno al Romeo Menti e Tonucci e compagni proveranno a conquistare la prima vittoria davanti ai tifosi stabiesi. Vittoria che manca dallo scorso campionato quando alla penultima giornata le vespe di Marotta hanno battuto il Foggia 3-0. In totale sono 171 giorni che la Juve Stabia non vince al Romeo Menti. Troppi. Visto che si è sempre considerato lo stadio amico come un fortino difficile da espugnare.
Dopo la partita col Picerno, la Juve Stabia è attesa dalla trasferta di Monopoli in programma mercoledì in notturna per il turno infrasettimanale. Un impegno non facile contro una delle squadre che al momento sono nelle posizioni di vertice.
Il trittico di fuoco si concluderà poi di domenica con un’altra partita al Romeo Menti ma stavolta contro l’Acr Messina che è stata affidata a Eziolino Capuano dopo l’esonero di Sullo. Queste tre partite in una settimana potrebbero anche decidere le sorti di Walter Novellino visto che secondo rumors si vocifera di una proprietà non certo soddisfattissima dopo le prime otto partite, dove sono arrivate due vittorie, sei pareggi (la metà al Menti e tutti 0-0) e una sconfitta.

CRONACA