Tragedia a Ercolano, il Covid uccide un altro medico: addio al dottor Cozzolino

Teresa Palmese,  

Tragedia a Ercolano, il Covid uccide un altro medico: addio al dottor Cozzolino

Sempre in prima fila e dalla parte dei più deboli. Pronto a rispondere costantemente presente a una chiamata che è molto più di una vocazione e che non può minare nemmeno la paura che ha il volto del Covid-19. Bernardo Cozzolino, stimato medico di famiglia di Ercolano, da ieri mattina non c’è più. E’ stato lo stesso virus a strapparlo all’amore dei suoi cari e della sua città che stenta a crederci, lo stesso terribile virus che Bernando ha combattuto fino alla fine a colpi di impegno e coraggio, sempre disponibile a dare il suo contribuito tra le mura del piccolo studio dove per anni ha curato migliaia di pazienti nonostante le emergenze e i numeri drammatici. Almeno fino a quando il Covid-19 ha deciso di chiedergli il conto lasciando sgomento nella comunità ercolanese e nel cuore di chi ha avuto l’onore di conoscerlo condividendo l’amore per una professione che nell’ultimo anno e mezzo è stata duramente messa alla prova. E il destino fa sempre brutti scherzi, perché Bernando Cozzolino non è stato banale nemmeno nel giorno dell’addio: è andato via, in punta di piedi, mentre in piazza c’erano i no vax a protestare contro il vaccino che ad oggi è l’unica soluzione per mettersi alle spalle l’inferno. «Angelo Disanto, carabiniere, eccellenza del nucleo investigativo che ha smantellato i clan camorristici di Ercolano e che era ricoverato con lui al Cotugno, ha  scritto  un bellissimo e straziante post, che mi permetto di commentare», ha scritto Nino Daniele, ex sindaco di Ercolano ed ex assessore alla cultura del Comune di Napoli. «Ercolano deve commemorare degnamente un suo grande figlio. Ho scritto della meravigliosa opera dell’associazione da lui fondata nel libro: “Ercolano. Una storia antiracket”. Curava con i suoi volontari ogni notte i clochard alle stazioni di Napoli. Non volle che lo citassi per nome. Una storia di sorprendente umanità e religiosità. Ora è con Dio. Facciamoci parte attiva di una commemorazione che veda tutta la città ritrovarsi». «Oggi è un giorno triste per la comunità di Ercolano – il commento dell’attuale sindaco, Ciro Buonajuto -. Purtroppo il Covid ci ha portato via il dottor Bernardo Cozzolino. Tanti di noi hanno avuto modo di conoscerlo e di apprezzare la sua profonda devozione nell’aiutare il prossimo, sia come medico che come uomo di fede. A nome mio e dell’Amministrazione tutta esprimo profondo dolore e cordoglio nei confronti dei familiari e di chi gli ha voluto bene». Increduli anche i colleghi, in primis il medico Paolo De Liguoro: «Non avrei mai voluto fare questo post, soprattutto in questo momento storico, dove i tanti imbecilli, gli increduli, gli scettici, i complottisti, i no vax affermano  l’inutilità del vaccino. E’ venuto a mancare l’amico e collega Bernardo Cozzolino, mio caro amico, stimato medico di famiglia, un uomo che ha dato tanto agli ultimi. Da sempre troppo esposto nel sociale e che ha pagato a caro prezzo il suo amore per la professione. La guerra con il Covid non è ancora finita, ed oggi abbiamo perso una battaglia e sul campo abbiamo lasciato il corpo di un nostro soldato».

CRONACA