Derby. Colantonio carica la Turris

metropolisweb,  

Derby. Colantonio carica la Turris

Mancano 48 ore al calcio d’inizio del derby con la Juve Stabia ed a Torre del Greco cresce l’attesa per questo incontro che può essere uno spartiacque importante per entrambe le squadre. In casa Turris si è scelto il silenzio, l’unica parola è stata affidata al campo dove Caneo ed i suoi ragazzi lavorano sodo per riscattarsi dopo le due sconfitte contro Campobasso ed Andria. 

TUTTI DAL PRES – L’ultimo precedente contro le Vespe è stato traumatico, Colantonio non lo gradì per niente tanto che, dopo quella umiliazione, mandò la squadra in ritiro a Castel San Giorgio per dare una scossa. Dopo un anno, quella sconfitta è ancora una ferita aperta per il presidente che ieri ha voluto riunire calciatori e staff tecnico. La decisione del numero uno corallino non è stata punitiva per gli ultimi risultati negativi bensì è stata una mossa per ribadire la totale fiducia in questo gruppo sottolineando l’importanza del prossimo match per la città ed anche per la classifica. Colantonio ha stimolato tutti chiamando in causa il senso d’appartenenza, l’orgoglio e la cattiveria agonistica che va messa in ogni gara ed ancora di più quando si gioca un derby così sentito.

SOLD OUT – La prevendita sta andando a gonfie vele. I prezzi popolari e l’entrata gratis per i bambini fino ad 8 anni, stanno portando effetti importanti sul numero di tagliandi staccati. La previsione è quella di vedere una Tribuna Strino tutta esaurita al fischio d’inizio di sabato. Come è noto, non ci sarà la tifoseria ospite ad affollare il settore ex distinti dello stadio Liguori. In tal senso, oggi è prevista una riunione G.O.S nella quale la Turris proverà a capire se si potrà, in virtù dell’assenza dei sostenitori stabiesi, non chiudere Viale Ungheria permettendo l’afflusso alla tifoseria di casa con il percorso ‘old style’ anziché salire da Via Cimaglia come è accaduto in tutte le gare casalinghe finora. 

NIENTE ULTRAS – Nemmeno l’arrivo della Juve Stabia porterà ad un ripensamento da parte dei gruppi organizzati che restano fedeli alle loro scelte. Come deciso da inizio campionato, anche contro i gialloblu non ci saranno gli ultras ad affollare gli spalti. Torre del Greco e Bari restano in tal senso gli unici baluardi sul discorso legato alle restrizioni imposte dalle norme anti-Covid. Stando a quanto filtra però, le cose potrebbero cambiare quando la capienza sarà definitivamente al 100%. La data di questa cosiddetta nuova era potrebbe essere, salvo particolari dietrofront per il momento scongiurati in termini di norme vigenti, il 7 novembre quando al Liguori sarà di scena il Catanzaro di mister Calabro. Anche se fisicamente non ci saranno, c’è da giurare però che gli ultras corallini faranno sentire tutto il loro sostegno a Giannone e compagni in questi giorni e soprattutto nelle ore antecedenti al derby. La città si è stretta intorno alla squadra. Parafrasando una storica canzone di Wess e Dory Ghezzi: “Un corpo e un’anima”. 

CRONACA