Ingressi a numero chiuso e niente sedie, il sindaco di Poggiomarino blinda il cimitero

Andrea Ripa,  

Ingressi a numero chiuso e niente sedie, il sindaco di Poggiomarino blinda il cimitero

Numero chiuso al cimitero, transenne all’ingresso dei cancelli e divieto di portare all’interno del camposanto sedie e cavalletti. Sarà blindata l’area cimiteriale per la ricorrenza della commemorazione dei defunti. Sin da domani, l’area sarà sotto il controllo dei vigili urbani e dei volontari della protezione civile a cui il primo cittadino ha dato compito di effettuare i dovuti controlli. Sia in merito all’emergenza Covid – il virus torna a spaventare la comunità stando agli ultimi numeri – sia in termini di sicurezza per quanto riguarda la sosta dei veicoli nei pressi della struttura. Ieri pomeriggio il diktat del primo cittadino che ha varato il piano anti-assembramenti per i prossimi giorni. Gli avventori del cimitero dovranno evitare assembramenti sia all’esterno che all’interno della struttura, mantenendo la distanza di almeno un metro tra persone per evitare l’eccessivo affollamento. L’accesso al camposanto sarà contingentato, non più di mille persone. Sarà obbligatorio indossare i dispositivi di protezione individuale (le mascherine, ndr); e ai fini di non ostacolare il libero transito nei viali e nelle zone antistanti le tombe e i locali, sarà vietato introdurre sedie, cavalletti e altro materiale ingombrante. Nel provvedimento varato ieri pomeriggio dal sindaco Maurizio Falanga si legge anche che nelle giornata del 30, 31 ottobre e 1 e 2 novembre sarà vietato l’accesso al cimitero con autovetture, veicoli di qualsiasi genere, anche se già autorizzate. «Ad eccezione dei mezzi di soccorso». Inoltre al cancello di ingresso del cimitero saranno installate transenne per disciplinare e separare l’ingresso dall’uscita, così da ridurre possibili assembramenti, con conseguente obbligo per i visitatori di seguire le indicazioni del percorso pedonale. Nel tratto di strada antistante l’ingresso del cimitero, dove è situato l’attuale parcheggio, sarà istituito un divieto di sosta sui due lati – almeno dieci metri – così da consentire la sosta temporanea solo per i disabili. Le postazioni per la vendita dei fiori saranno collocate, in pari numero, alle due estremità dell’area interdetta alla sosta. All’ingresso del cimitero verrà misurata la temperatura agli avventori, per chi ha più di 37,5 gradi non sarà consentito l’accesso alla struttura. Allo stesso tempo i vertici dell’amministrazione hanno stabilito che da sabato a martedì il cimitero comunale sarà aperto dalle 7 alle 19

CRONACA