Flop Natale a Torre del Greco, Stilo affonda Palomba: «Altra prova di incapacità»

Alberto Dortucci,  

Flop Natale a Torre del Greco, Stilo affonda Palomba: «Altra prova di incapacità»
Romina Stilo e Giovanni Palomba

Luminarie, corsa contro il tempo a Torre del Greco: gara-lampo per «salvare» il Natale
La «maledizione delle feste» a Torre del Greco: gara deserta, niente luminarie a Natale
Natale, partenza in salita a Torre del Greco: errore nelle procedure, stop agli eventi per le feste

Torre del Greco. «Dal giorno dell’insediamento, l’attuale amministrazione comunale è sempre stata “colta di sorpresa” dalle festività natalizie: come se sindaco & company non sapessero che, ogni anno, Natale arriva a dicembre». Usa l’arma dell’ironia l’ex vicesindaco Romina Stilo per stigmatizzare gli ultimi flop della carovana del buongoverno uscita vincitrice dalle avvelenate elezioni del giugno 2018: «L’annullamento della manifestazione d’interesse per il cartellone di eventi e la frenata per l’installazione delle luminarie confermano la completa mancanza di programmazione della maggioranza – sottolinea il presidente della commissione trasparenza di palazzo Baronale -. Stranamente, a dispetto delle lezioni del passato, ci si riduce sempre agli ultimi giorni per mettere in campo iniziative e gare d’appalto: così, alla prima battuta d’arresto, si è sempre costretti a correre ai ripari per garantire il “minimo sindacale” a cittadini già costretti a sopportare quotidianamente pesanti disagi legati al cattivo funzionamento di servizi essenziali».

Nel caso specifico, l’annullamento in autotutela dell’avviso pubblico per gli eventi e il verbale di «gara deserta» per l’installazione delle luminarie rischiano di trasformare le imminenti festività natalizie – già «orfane» della tradizionale processione dell’Immacolata, cancellata a causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19 – in una sorta di «funerale» per commercianti e bambini.

Non a caso, il sindaco Giovanni Palomba ha subito ordinato di attivare le procedure d’urgenza per rimediare al fotofinish e «accendere» la città in tempo utile: «La fretta non è mai stata una buona consigliera, il rischio di commettere errori diventa alto – avverte Romina Stilo -. Se l’amministrazione comunale avesse programmato adeguatamente le iniziative da promuovere durante le quarte festività natalizie del mandato di Giovanni Palomba e fosse partita in tempo utile, oggi non sarebbe costretta alle corse contro il tempo. Mi auguro che, alla fine, tutto venga sistemato perché i nostri cittadini non meritano ulteriori mortificazioni. Ma, come esponente d’opposizione e presidente della commissione trasparenza, vigilerò affinché i tempi ristretti non diventino una giustificazione per “forzare” le procedure e per assumere decisioni poi destinate a scatenare polemiche e denunce alle autorità competenti».

Come a dire: sindaco avvisato, mezzo salvato.

@riproduzione riservata

CRONACA