Proseguono i lavori per il collettamento dei reflui all’impianto di depurazione di Foce Sarno

Redazione,  

Proseguono i lavori per il collettamento dei reflui all’impianto di depurazione di Foce Sarno

Proseguono a ritmo spedito i lavori per il collettamento dei reflui di Torre del Greco all’impianto di
depurazione di Foce Sarno: un’opera di cui Gori è soggetto attuatore, finanziata dalla Regione Campania per
35 milioni di euro, che garantirà il definitivo superamento di alcune problematiche igienico-sanitarie e
contribuirà in maniera significativa al disinquinamento dell’intero golfo di Napoli. I passi in avanti compiuti da
Gori nella realizzazione di questo grande intervento sono stati oggetto di un sopralluogo a cui hanno preso
parte, tra gli altri, l’Amministratore Delegato di Gori, Vittorio Cuciniello, i consiglieri regionali Loredana Raia e
Mario Casillo, e il dirigente dell’UOD Impianti e Reti del ciclo integrato delle acque della Regione Campania,
Rosario Manzi. Nel pieno rispetto dei vincoli imposti dal territorio, Gori ha elaborato una soluzione
progettuale sicura e innovativa che garantisce la riduzione dei tempi di realizzazione dell’opera e degli impatti
ambientali e sociali connessi. Essa prevede la realizzazione di due condotte sottomarine che collegano
l’impianto di San Giuseppe alle Paludi all’impianto di Villa Inglese, e la realizzazione di un collettore di
collegamento tra Villa Inglese e la galleria consortile di Torre Annunziata, con recapito finale al depuratore di
Foce Sarno. È prevista, inoltre, la riconversione degli attuali impianti di depurazione di San Giuseppe alle
Paludi e Villa Inglese in stazione di sollevamento.

“Questo intervento, che sarà ultimato nel 2023, è frutto di una virtuosa collaborazione istituzionale con la
Regione Campania, l’Ente Idrico Campano e le Amministrazioni Comunali di Torre del Greco e Torre
Annunziata – sottolinea il Vicepresidente di Gori, Luigi Mennella – Il nostro obiettivo è contribuire, attraverso
un operato congiunto, al recupero della risorsa mare. A tal fine stiamo portando avanti anche un articolato
programma di opere che, attraverso il potenziamento del servizio fognario in numerosi comuni serviti,
consentiranno il progressivo risanamento del bacino idrografico del fiume Sarno”.

“Un intervento importante, che contribuirà ad un’autentica riqualificazione del territorio cittadino – le parole
del Sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba – Il collettamento dei reflui all’impianto di Foce Sarno,
infatti, consentirà una migliore qualità delle nostre acque territoriali. Contestualmente, immaginiamo una
totale rivalutazione delle precedenti aree dove avevano sede gli impianti di depurazione, alla quale
lavoreremo attraverso progetti utili per la collettività. Per questo motivo ringraziamo l’intera dirigenza di Gori,
i tecnici e quanti sono al lavoro per la realizzazione di questa imponente opera”.
“Stiamo seguendo con grande attenzione lo sviluppo di questi lavori, che interessano anche alcune aree del
comune di Torre Annunziata e che ci auguriamo proseguano sempre nel rispetto delle esigenze del nostro
territorio e dei nostri concittadini – dichiara il Sindaco, Vincenzo Ascione – Siamo consapevoli che si tratta di
interventi molto attesi e speriamo di poter godere presto dei benefici che questa grande opera porterà
all’intero golfo di Napoli”. “Oggi è una giornata significativa per l’Ente Idrico Campano e non solo per il sopralluogo effettuato sul fronte
dei lavori per il collettamento dei reflui di Torre del Greco. Questo pomeriggio, infatti, il Comitato Esecutivo
dell’EIC ratificherà i progetti definitivi per il miglioramento ed il completamento del sistema fognario-
depurativo in 13 comuni del distretto Sarnese Vesuviano. La sinergia tra Ente Idrico, Regione Campania e Gori
funziona e sta continuando a produrre risultati concreti per il risanamento ambientale della nostra regione”
conclude il Presidente dell’Ente Idrico Campano, Luca Mascolo.

CRONACA