Scrisse «uno in meno» per la morte del carabiniere Cerciello: insegnante condannata

Redazione,  

Scrisse «uno in meno» per la morte del carabiniere Cerciello: insegnante condannata

Otto mesi di reclusione, cinque più di quelli richiesti dal pm Silvia Baglivo, per vilipendio alle Forze armate e diffamazione: si è concluso così, in primo grado, il processo nei confronti di Eliana Frontini, l’insegnante novarese che su Facebook commentò la morte del vicebrigadiere dei carabinieri Nario Cerciello Rega, ucciso a coltellate nel luglio 2019 a Roma, con la frase “uno in meno e chiaramente con sguardo poco intelligente. Non ne sentiremo la mancanza”. Assolto il marito della donna, Norberto Breccia, che era accusato di favoreggiamento.

CRONACA