Castellammare, arriva il primo ok per il progetto di Marina di Stabia

Tiziano Valle,  

Castellammare, arriva il primo ok per il progetto di Marina di Stabia

Castellammare. Marina di Stabia può procedere alla realizzazione del progetto che prevede la trasformazione dei vecchi ruderi di via De Gasperi in hotel, negozi, piazze e mini-appartamenti al servizio dei diportisti. È arrivata nella giornata di ieri la fumata bianca degli Enti che hanno preso parte alla Conferenza di Servizi preliminare sullo studio di fattibilità presentato dalla società ormai due anni fa. Un passaggio importante perché dovrebbe consentire di accelerare l’iter per il rilascio delle autorizzazioni che necessariamente dovrà passare per una Conferenza di Servizi decisoria, che dovrà essere convocata a seguito della presentazione del progetto definitivo. Gli architetti che sono già al lavoro per redigere il progetto dovranno tuttavia tenere in considerazione le due prescrizioni venute fuori dalla Conferenza di Servizi preliminare. La prima è quella del Comune che ha chiesto maggiori standard al servizio dei cittadini (parchi, parcheggi, spazi per passeggiare o aperture verso il mare). La seconda invece riguarda la richiesta della Soprintendenza di creare sistemi di connessione tra le strutture ricettive e gli spazi pubblici. Marina di Stabia, al tavolo, si è già detta pronta a redigere un progetto che tenga conto di queste indicazioni. Via libera arrivato anche dalla Regione Campania, anche perché con l’esclusione dell’area residenziale non ci sarà bisogno di approvare alcuna variante urbanistica. Adesso la palla è di nuovo tra le mani della società che dovrà presentare il progetto definitivo di riconversione dei vecchi ruderi industriali. Non ci sono tempi definiti, ma la volontà di Marina di Stabia sembrerebbe quella di chiudere questo percorso già entro la prossima primavera in modo da chiudere la partita burocratica per il 2022 e lavorare finalmente allo sviluppo del porto turistico di Castellammare, uno dei più importanti del Mediterraneo. Un’occasione fondamentale per la città considerando che il progetto che riguarda le opere a terra di Marina di Stabia dovrebbe garantire importanti ricadute dal punto di vista economico ed occupazionale per l’intero territorio. L’investimento complessivo è di circa 100 milioni di euro e prevede tra le altre cose la realizzazione di un hotel da oltre 100 camere, un mercato del mare e negozi di vicinato, oltre a una grossa piazza a mare e un’arena da 400 posti a sedere destinata all’organizzazione di spettacoli. “L’amministrazione comunale, per quanto di competenza, ha rimarcato quanto espresso dall’ordine del giorno approvato in consiglio comunale e ha evidenziato inoltre che la progettualità definitiva dovrà riportare un analitico quadro degli standard a supporto dell’intervento, ribadendo quali dovranno essere le destinazioni e le funzioni della riqualificazione delle volumetrie, per fini turistico-ricettivi, direzionali, commerciali e terziario in genere” il commento del sindaco Cimmino.  “Significativo è anche il contributo offerto dalla Soprintendenza di Napoli, che ha richiesto una più ampia permeabilità degli accessi e dei collegamenti per corso Alcide De Gasperi e le aree del Marina. La proprietà ha preso atto delle indicazioni pervenute, accogliendole e assicurando che a breve produrrà la progettazione definitiva da sottoporre alla conclusiva conferenza decisoria” conclude.

CRONACA