Liberty 3 PRO in-ear, grazie al codec LDAC, la qualità audio è hi-res

Gennaro Annunziata,  

Liberty 3 PRO in-ear, grazie al codec LDAC, la qualità audio è hi-res
Hanno una coppia di driver allineati sullo stesso asse per migliorare e incrementare la resa di tutta la gamma di frequenze

Testimonial della loro elevata qualità sonora sono 20 producer discografici vincitori del prestigioso Grammy Award. Le Liberty 3 Pro sono il nuovo top di gamma tra gli auricolari in-ear true wireless della Soundcore, brand specializzato in dispositivi audio della cinese Anker, leader nel settore dell’elettronica di consumo.

Sono cuffie ben costruite, comode e, essendo certificate IPX4 per la protezione dagli spruzzi d’acqua, sono perfette per lo sport e il fitness. A tal proposito, grazie alle alette di stabilità, restano sempre ben ancorate all’orecchio anche facendo attività fisica intensa.

Liberty 3 PRO in-ear, grazie al codec LDAC, la qualità audio è hi-res

Nella confezione di vendita, oltre ad auricolari e manualistica, sono presenti 4 coppie di gommini (Ear-Tips) in silicone liscio (XS-S-M-L) e 4 coppie di alette (EarWings) in silicone liquido nero (0-1-2-3), un cavo USB-A/USB-C e la custodia di ricarica.

Liberty 3 PRO in-ear, grazie al codec LDAC, la qualità audio è hi-res

Dotate di un design di forma ovale, sono assemblate con plastica di buona qualità dalla finitura superficiale, in parte opaca ed in parte lucida. Sono disponibili in quattro varianti di colore: nero, bianco, grigio/azzurro e viola. Leggere (5,9 g) ed abbastanza piccole (17,5×28,2×27 mm), una volta indossate, sporgono un bel po’ dall’orecchio.

Liberty 3 PRO in-ear, grazie al codec LDAC, la qualità audio è hi-res

Scegliendo opportunamente gommini e alette, offrono una vestibilità molto comoda e un comfort duraturo. Gli auricolari hanno una forma ergonomica con alleggerimento della pressione sull’orecchio che limita l’affaticamento nell’indossarli.

Liberty 3 PRO in-ear, grazie al codec LDAC, la qualità audio è hi-res

Lateralmente, su entrambi gli auricolari, è presente un’area touch, che consente, attraverso comandi tattili (doppio tocco o tocco prolungato), di controllare la riproduzione musicale (play/pausa, avanti) e le telefonate (rispondere, riagganciare, rifiutare), di attivare ANC (la cancellazione del rumore esterno) e l’assistente vocale (Google Assistant o Siri) del telefono abbinato. Mancano, purtroppo, i controlli del volume e, stranamente, la possibilità di passare alla traccia precedente.

Presente la funzione di pausa automatica, per cui la riproduzione della musica si interrompe quando si tolgono gli auricolari dall’orecchio.

I due auricolari, già associati tra loro, si collegano a smartphone Android o iOS, sfruttando la connessione Bluetooth 5.2, attraverso una semplice e veloce operazione di paring.

Liberty 3 PRO in-ear, grazie al codec LDAC, la qualità audio è hi-res

Da segnalare che è supportato LDAC, un codec Bluetooth che trasferisce 3 volte più dati dell’AAC per preservare i dettagli e la qualità del suono.

Con la connessione multipoint è possibile collegare gli auricolari a due diversi device contemporaneamente. Per un utilizzo telefonico, si può utilizzare anche un solo auricolare, indifferentemente il destro o il sinistro.

Liberty 3 PRO in-ear, grazie al codec LDAC, la qualità audio è hi-res

Per le Liberty 3 Pro è stata adottata ACAA 2.0 l’ultima versione della tecnologia con una coppia di driver allineati sullo stesso asse per migliorare e incrementare la resa di tutta la gamma di frequenze. Come verificato durante la nostra prova, i bassi sono davvero potenti, i medi corposi, gli alti più che soddisfacenti.

Liberty 3 PRO in-ear, grazie al codec LDAC, la qualità audio è hi-res

È noto che ognuno senta la musica in modo leggermente diverso, la tecnologia HearID proprietaria di Soundcore analizza l’udito di chi indossa le cuffie creando un profilo di equalizzazione su misura.

L’isolamento offerto dalla cancellazione attiva del rumore (ANC) delle Le Liberty 3 Pro è eccezionale. Si adatta automaticamente ai livelli di rumore nell’ambiente circostante ed è potenziato dalla modalità HearID ANC, che analizza la pressione nell’orecchio degli auricolari per creare un profilo di cancellazione del rumore personalizzato. Oltre alla modalità di cancellazione del rumore HearID ANC, ce n’è una Normale e una Trasparente che consente di conversare senza necessità di rimuovere gli auricolari.

I sei microfoni integrati e un algoritmo di riduzione del rumore basato su AI, migliorano la voce di chi indossa gli auricolari che viene isolata e trasmessa in modo chiaro agli interlocutori.

L’app dedicata, Soundcore, disponibile per Android e iOS, offre un’ampia selezione (20) di modalità di equalizzazione e la possibilità di attivare l’audio surround 3D.

Liberty 3 PRO in-ear, grazie al codec LDAC, la qualità audio è hi-res

È possibile utilizzare l’app anche per personalizzare le funzioni abbinate ai comandi touch o per fare un Fit Test per verificare se gli in-ear sono correttamente indossati.

Eccellente l’autonomia degli auricolari Liberty 3 Pro. Si coprono circa 8 ore con una singola carica e bastano 15 minuti di ricarica rapida per averne 180 di autonomia. Si può arrivare in totale a 32 ore di autonomia, dal momento che sono tre le cariche complete garantite dalla batteria presente nella elegante custodia in policarbonato.

Liberty 3 PRO in-ear, grazie al codec LDAC, la qualità audio è hi-res

Quest’ultima, dotata di finitura opaca, piacevole al tatto ma piuttosto scivolosa, ha, sotto il coperchio con chiusura a slitta, due incavi dove riporre gli auricolari, che vengono bloccati magneticamente. Ha tre piccoli led frontali, che indicano la stato di carica, e, sul retro, una presa USB-C per la ricarica (è supportata anche quella wireless QI) con a fianco un piccolo tasto per il paring. Dimensioni (71x55x18 mm) e peso (44 g) sono tali da poterla inserire facilmente in tasche e borse.

Le Liberty 3 Pro costano 159,99 euro ma attualmente sono disponibili su Amazon in offerta a 139,99 euro.

Gennaro Annunziata

CRONACA