Travolto da un’auto dopo la lite in un locale a Terzigno, giovane investito per vendetta

metropolisweb,  

Travolto da un’auto dopo la lite in un locale a Terzigno, giovane investito per vendetta

Travolto da un’auto lanciata a folle velocità che puntava dritto a quel gruppo di ragazzi in strada, davanti a una sala giochi del centro storico: ventenne investito a Terzigno.

Un giovane ricoverato in ospedale, non in maniera grave, dopo essere stato scaraventato a terra ed aver perso i sensi.

Gli attimi di terrore vissuti da un gruppo di ragazzi di Terzigno alcune settimane fa sono finiti al centro di un’inchiesta coordinata dalla procura di Nola che sull’investimento di uno studente universitario di vent’anni vuole vederci chiaro.

Una vicenda che ha spinto gli inquirenti in una direzione ben precisa e che potrebbe giungere a importanti risvolti nelle prossime ore, alla luce delle prove e delle testimonianze raccolte sin dalla sera in cui si è verificato il ferimento del giovane sia nei giorni a venire.

L’ipotesi che l’investimento non sia frutto di un drammatico incidente stradale, bensì frutto di un piano studiato a tavolino è la pista maggiormente battuta dagli inquirenti.

Secondo le ricostruzioni effettuate dalle forze dell’ordine, la vittima sarebbe stata investita volutamente, travolta da un’auto impazzita lanciata a folle velocità per una vendetta a seguito di una lite scoppiata poco prima in un locale della città.

A svelarlo agli investigatori gli amici del ragazzo ricoverato in ospedale al Santa Maria della Pietà di Nola, e già dimesso, che hanno assistito alla scena e per un caso fortuito sono scampati al dramma consumatosi nel centro storico di Terzigno. Nel mirino di quell’auto impazzita, su cui si sono concentrate le ricerche degli uomini in divisa c’erano anche, c’erano anche loro.

Le immagini della videosorveglianza di alcune attività commerciali della zona sembrerebbero avallare la tesi che l’auto impazzita fosse diretta verso quel gruppo di giovani fermo davanti a un locale di via Diaz a Terzigno, i filmati sono stati acquisiti e sono al centro dell’indagine destinata ad accertare chi fosse alla guida dell’utilitaria con targa straniera che ha seminato il panico per le strade del piccolo comune all’ombra del Vesuvio. Il folle gesto per le strade del centro storico della città sarebbe scaturito da una lite consumatasi poco prima all’interno di una sala giochi distante poche decine di metri da dove si è verificato l’investimento. Una lite a cui la giovane vittima avrebbe assistito senza tuttavia prendere parte alla discussione. Non gli è bastato. Perché una volta uscito dal locale è stato investito. Resta ancora un aspetto da chiarire: capire chi fosse alla guida della vettura che ha travolto il giovane studente universitario finito al centro dell’indagine. Le ricerche degli investigatori si stanno concentrando sul gruppo di ragazzi protagonisti della discussione all’interno della sala giochi. Nell’auto che ha travolto il ventenne di Terzigno c’erano almeno tre persone.

La discussione in una sala giochi del centro sfociata nel sangue

Giovane investito e ricoverato in ospedale, l’ipotesi di una vendetta

INCHIESTA DELLA PROCURA L’investimento nel centro storico di Terzigno dopo una lite scoppiata in un locale.

CRONACA