Grassadonia non ha segreti per Tonucci e Altobelli

Michele Imparato,  

Grassadonia non ha segreti per Tonucci e Altobelli

Un derby è atteso perchè il più delle volte include tante storie particolari. Spesso i protagonisti più attesi sono gli ex, che non mancano mai. Specie se si tratta di giocatori che hanno lasciato ricordi brutti e cercano la classica rivalsa.
Quello di domani tra Paganese e Juve Stabia è un derby quasi anomalo perchè dei tantissimi ex, ben cinque in casa azzurrostellata, ne resta disponibile appena uno. Si tratta di Giuseppe Volpicelli, giovane centrocampista che l’anno scorso è stato alla Juve Stabia ma non si è mai visto in campo e a gennaio fu ceduto. L’altro ex è Gigi Castaldo e lui è ben noto alla platea stabiese. Prima idolo dei tifosi delle Vespe al punto di essere anche il capitano ma oi negli ultimi anni è diventato nemico giurato per i suoi trascorsi alla Nocerina e altre squadre campane rivali della Juve Stabia. Castaldo, che oggi ha quasi 40 anni, dopo tre anni alla Casertana gioca a Pagani ma la sua presenza domani è in dubbio.
E poi ci sono anche alcuni incroci tra calciatori e allenatori. Come nel caso di Tonucci e Altobelli che sono stati allenati da Gianluca Grassadonia, allenatore della Paganese con un trascorso da difensore alla Juve Stabia.
Denis Tonucci, capitano della Juve Stabia, ha avuto Grassadonia come allenatore nella stagione in serie B a Foggia. Non è stata una parentesi felice per entrambi perchè quel Foggia retrocesse in Lega Pro. Tra l’altro Denis Tonucci non ha giocato nemmeno tanto in quel campionato perchè infortunato collezionando una decina di partite. Si era parlato anche di rapporti non certo idilliaci tra lui e Grassadonia ma le voci di un presunto litigio furono smentite da Tonucci. Altro calciatore che è stato alle dipendenze di Grassadonia è Daniele Altobelli alla Pro Vercelli. Per l’esattezza nel campionato 2017/2018 che poi si è concluso con la retrocessione della Pro Vercelli in Lega Pro e Altobelli in quella stagione aveva giocato 22 partite.
Due storie di incroci che il derby di domani pomeriggio tra Paganese e Juve Stabia è pronto a regalare.
La Juve Stabia ha vinto gli ultimi tre derby al Marcello Torre di Pagani. L’anno scorso è finita col successo per 3-1 della squadra di Padalino.Il grande protagonista era stato Marco Caldore autore di una doppietta. Due gol di testa quasi simili arrivati nella ripresa, dopo il vantaggio di Marotta. Il difensore ricorderà a lungo quella doppietta perchè è stata la prima in Lega Pro visto che non è un calciatore che segna tanto. Arrivato l’anno scorso nel mercato di gennaio dal Taranto, Marco Caldore si è saputo ritagliare il suo spazio sia con Padalino che quest’anno. Un difensore duttile che può giocare anche da terzino sinistro che sta avendo un rendimento costante con Sottili giocando al fianco di Tonucci.

CRONACA