Assalto ai bonus anti-povertà a Boscoreale: oltre mille domande in Comune

Pasquale Malvone,  

Assalto ai bonus anti-povertà a Boscoreale: oltre mille domande in Comune

Boom di domande per l’assegnazione di voucher o fornitura di generi di prima necessità rivolto a persone che versano in stato di grave disagio economico, quale misura di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. La scadenza per la presentazione delle domande è stata fissata alle ore 12 di martedì. Le istanze pervenute sulla piattaforma telematica dedicata “unbuonoperte.com” sono oltre mille. Il Comune di Boscoreale è stato destinatario di un fondo di 623.679 euro che, come stabilito dalla giunta, sarà così utilizzato: 300.000 euro per buoni spesa – solidarietà alimentare; 173.579 euro fondo Tari; 150.000 euro fondo affitti. Possono accedere al beneficio: i cittadini italiani residenti nel Comune di Boscoreale; i cittadini di Stati diversi da quello italiano, in regola con le disposizioni che disciplinano il soggiorno e residenti nel comune di Boscoreale, profughi, rifugiati, richiedenti asilo, stranieri con permesso rilasciato nel rispetto delle tipologie previste dalla Legge. Il richiedente, unitamente al nucleo familiare, deve avere un ISEE familiare non superiore a 10mila euro. Si va da un minimo di 150 euro fino ad un massimo di 350 euro. Nello specifico i 150/200 euro saranno destinati a nuclei familiari composti da uno o due componenti; 250,00 euro a nuclei familiari composti da tre o quattro componenti; 300 euro a nuclei familiari composti da cinque o più componenti. I nuclei familiari con la presenza di almeno un componente con disabilità avranno diritto ad un contributo massimo di 350 euro. I buoni spesa saranno erogati sulla tessera sanitaria che fungerà da carta credito. I beneficiari riceveranno un messaggio sul proprio cellulare con l’importo dei buoni spesa riconosciuti e l’attribuzione di un Pin che, insieme alla tessera sanitaria, dovrà essere utilizzato per fruire dei buoni presso l’esercente prescelto. L’elenco delle attività che hanno aderito sarà pubblicato sul sito Istituzionale del Comune di Boscoreale. I buoni spesa potranno essere utilizzati entro il 31 gennaio 2021, esclusivamente per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità, con esclusione di alcolici (vino, birra, ecc.), superalcolici (liquori vari), tabacchi e ogni altra merce che non sia di prima necessità. L’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di disporre controlli sulle dichiarazioni presentate dai richiedenti. Per l’accesso a contributi per il pagamento dei canoni di locazione e Tari (Tassa Rifiuti) utenze domestiche, Il fondo Tari sarà distribuito per ogni famiglia richiedente su presentazione di avvisi di pagamento bonari e/o accertamenti 2019/2020, sempre che sia in regola con i pagamenti degli anni precedenti (2015-2018). Il contributo erogato sarà pari al totale dell’avviso di pagamento, bonari/accertamento pagato, per un massimo euro 300,00. Potranno accedervi i contribuenti con Isee fino a 20.000 euro. Il fondo affitti sarà distribuito per ogni nucleo familiare richiedente, con concessione di un contributo che consiste in un importo pari al 50% dell’ammontare complessivo annuale del canone, e può arrivare fino a 1.200 euro per locatario. Potranno accedervi nuclei familiari con Isee fino a 12.000 euro.

CRONACA