Stadio a Terzigno: è l’ora dei lavori, il Comune convoca 20 aziende

Andrea Ripa,  

Stadio a Terzigno: è l’ora dei lavori, il Comune convoca 20 aziende

Lavori allo stadio comunale di Terzigno, eppur si muove. Dopo mesi di attesa, e di incessanti richieste, non soltanto da parte dei tifosi della squadra di calcio e di alcuni consiglieri comunali dell’opposizione, il Comune di Terzigno ha finalmente pubblicato l’avviso rivolto alle aziende specializzate per le operazioni di restyling da 350mila euro finanziate dalla Città Metropolitana. Venti aziende che avevano già manifestato l’interesse di accaparrarsi l’appalto sono stati invitate dai funzionari del municipio di via Gionti a presentare un’offerta (che poi sarà valutata da un’apposita commissione) per ottenere i lavori di restyling del campo sportivo situato nella zona a nord della città. Un passo, piccolo, verso l’apertura dei cantieri che tuttavia non avverrà prima del prossimo anno. Lo stadio di Terzigno è in disuso da quasi quindici anni. Dopo gli anni sportivi gloriosi della formazione rossonera sul campo è calato il degrado. I cancelli chiusi, il prato cancellato dall’erba incolta e le tribune abbandonate sono scenari davanti a cui ancora oggi le associazioni sportive sono costrette ad arrendersi e a peregrinare per gli impianti della provincia. Il Terzigno Calcio – squadra di cui il primo cittadino è stato anche presidente – negli ultimi anni ha disputato le gare interne nella vicina Ottaviano. La formazione rossonera attende lo sblocco dei lavori per l’apertura del nuovo impianto promesso dall’amministrazione. Il mezzo milione di euro sbloccato dalla Città Metropolitana servirà a restituire alla comunità un altro impianto sportivo. Per ora si procede troppo lentamente. Intanto alcuni mesi fa l’amministrazione comunale di Terzigno ha inviato al Governo una serie di proposte, 8 in tutto.

CRONACA