Salernitana, notte fonda. La Fiorentina vince 4-0

metropolisweb,  

Salernitana, notte fonda. La Fiorentina vince 4-0

Un gol nel primo tempo, tre nel secondo con ennesima doppietta di Dusan Vlahovic: la Fiorentina travolge la Salernitana dell’ex Ribéry e conquista la terza vittoria di fila, la quindi consecutiva nel proprio stadio. E con i tre punti di oggi la squadra viola si porta a quota 30, in piena corsa per l’Europa. E’ stato Bonaventura ad aprire le danze sbloccando una gara che rischiava di complicarsi come temeva alla vigilia Vincenzo Italiano: i campani ultimi in classifica hanno cercato di bloccare le fonti di gioco degli avversari ma appena la Fiorentina si è portata in vantaggio tutto è diventato più facile fino a dilagare nella ripresa, quando l’inarrestabile Vlahovic ha fatto ancora centro (due volte davanti all’ex compagno e maestro Ribéry abbracciato al quale è uscito alla fine dal campo): il centravanti serbo è capocannoniere in solitaria con 15 reti ed è ad una sola (32 a 33) dal record di Cristiano Ronaldo quanto a marcature in A nello stesso anno solare. Gli applausi del pubblico di casa al grande ex Ribéry hanno scandito l’inizio del match insieme alla passerella della Primavera viola fresca di conquista della Supercoppa di categoria. Match che Italiano ha preparato rilanciando Duncan nel mezzo e Callejon nel tridente con Vlahovic e Gonzalez. Da parte sua Colantuono si è affidato in avanti al tandem Ribéry- Simy con Obi chiamato a inserirsi fra le linee e a tenere a bada il regista dei viola Torreira: obiettivo della Salernitana chiudere spazi e tentare qualche affondo affidandosi alla classe stagionata ma sempre cristallina di Ribéry. I campani però producevano solo qualche mischia mentre la Fiorentina, pur faticando, riusciva a creare qualche pericolo, prima con Vlahovic poi con Gonzalez entrambi di testa, preludio al vantaggio con un gran destro di Bonaventura pronto a raccogliere un pallone respinto da Veseli. Per l’ex Milan secondo gol stagionale dopo quello al Genoa. La Salernitana, che dovrà cercare punti salvezza su alttri campi, ha cercato di reagire, ma né Simy né Obi hanno sfruttato le occasioni, nel mezzo le proteste di Vlahovic colpito da dietro in area: l’arbitro però ha sorvolato mentre il centravanti zoppicante ad una caviglia ha richiesto l’intervento dei medici. Prima dell’intervallo la Fiorentina è andata vicina al raddoppio con Callejon e Biraghi, bravo Belec a opporsi. Nulla però il portiere campano ha potuto il portiere campano sul sinistro di Vlahovic innescato a inizio ripresa dal lungo lancio di Duncan. Un rullo compressore. Proteste viola per un fallo di Ranieri poi un sussulto d’orgoglio della Salernitana con il neo entrato Delli Carri (parata di Terracciano) e Simy (ma il gol è stato annullato per fuorigioco) prima del tris timbrato ancora da Vlahovic su assist di Sottil, dentro per Callejon, e del poker firmato da Maleh subentrato poco prima, alla seconda rete di fila. Alla fine è esplosa festa viola macchiata solo dai cori discriminatori lanciati dalla curva Fiesole.

CRONACA