Sos sicurezza a Torre del Greco, ok al progetto per le telecamere

Alberto Dortucci,  

Sos sicurezza a Torre del Greco, ok al progetto per le telecamere

Torre del Greco. Un sistema di videosorveglianza 2.0 per combattere i fenomeni di micro-criminalità all’ombra del Vesuvio. è l’ultima iniziativa portata avanti sul fronte sicurezza dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Palomba: un progetto per l’installazione di una serie di telecamere in diversi punti cruciali del territorio per prevenire atti vandalici nei confronti dei beni e dei monumenti della città – un fenomeno recentemente «segnalato» dal primo cittadino ai vertici delle forze dell’ordine del territorio – e per «vigilare» su viabilità e sosta selvaggia. Infine, gli occhi elettronici saranno sistemati un punti «caldi» della città per contrastare il fenomeno dello sversamento illecito di rifiuti.

L’ok della giunta

Il via libera della giunta è arrivato a metà settimana, quando l’esecutivo di palazzo Baronale ha accolto la proposta avanzata dall’assessore Annarita Ottaviano per rendere sicura Torre del Greco con la realizzazione di un sistema di videosorveglianza. Il progetto rientra nello schema del patto tra la prefettura di Napoli e il Comune per l’attuazione della sicurezza urbana e consentirà – secondo le linee guida tracciate dal riferimento di Carmela Pomposo in giunta – un monitoraggio continuo delle aree urbane comunali, attraverso un sistema di videocamere direttamente integrato e interfacciato con la centrale operativa della polizia municipale. L’intervento, appunto, mira alla prevenzione dei fenomeni di microcriminalità e al controllo delle strade periferiche. Nel dettaglio, il sistema di videosorveglianza prevede l’installazione di nuove e diverse postazioni di ripresa sul territorio cittadino, dislocate nei punti strategici della città, mediante sistemi di telecamere e lettori targa.

Le parole dell’assessore

«Si tratta di un provvedimento necessario – le parole dell’assessore Annarita Ottaviano – e atteso da tempo per intervenire con azioni di prevenzione e controllo dell’intera città, garantendo maggiore sicurezza ai cittadini, in particolare nelle ore notturne, e offrendo un valido strumento di ausilio anche al lavoro delle forze dell’ordine nella ricostruzione delle dinamiche dei fatti criminosi. L’intervento sollecitato anche dagli stessi cittadini oggi è giunto all’approvazione dell’amministrazione comunale con un progetto concreto, efficiente e valido». Ovviamente, ora tutto da realizzare. @riproduzione riservata

CRONACA