Turris seconda, Anno magico per lo sport corallino

Michele Imparato,  

Turris seconda, Anno magico per lo sport corallino

Si può dire senza ombra di dubbio che il 2021 che sta per finire è stato un anno magico per lo sport made in Torre del Greco. Nel calcio la Turris è seconda in classifica in Lega Pro e ieri nel tennis c’è stata l’impresa del team corallino, che ha conquistato il primo, storico, scudetto.
Lo sport sta sicuramente regalando tante soddisfazioni alla città di Torre del Greco immersa in tanti problemi. Merito anche di imprenditori che stanno costruendo due realtà solide e ambiziose come la Turris e la New Tennis Poseidon.
Colantonio ha avuto il merito di aver portato la Turris nuovamente nel calcio professionistico dopo quasi venti anni di oblio nei dilettanti tra sofferenze, salvezze e playoff amari. Il progetto di Colantonio si sta confermando ambizioso di stagione in stagione. Dopo la salvezza dello scorso anno, questa stagione la Turris sta recitando un ruolo da protagonista.
Vince, gioca un calcio spettacolare ed è seconda in classifica alle spalle del Bari.
La società e i dirigenti hanno costruito una squadra a immagine e somiglianza di Caneo, allenatore cresciuto all’ombra di Gasperini all’Atalanta ma che ha trapiantato a Torre del Greco tutte le idee tattiche del Gasp.
I tifosi corallini erano anni che non si divertivano nel vedere la Turris produrre un calcio sempre propositivo e la classifica adesso fa sognare i sostenitori specie dopo il 5-0 di ieri al Messina di Capuano.
Ma Torre del Greco si sta facendo largo anche nei cosidetti “altri sport”. E così dopo la storica Amatori Rugby si sta facendo largo la New Tennis Poseidon che ieri è salita sul tetto d’Italia vincendo uno storico scudetto. Negli anni recenti due circoli hanno dominato il campionato maschile: il CRB Club Bologna, trionfatore dal 2000 al 2003, ed il Capri Sport Academy, vincitore dal 2006 al 2009. In campo femminile da segnalare la tripletta del Tennis Club Parioli (2003-2005), il pokerissimo firmato dal Tennis Club Viterbo (2006, 2007, 2008, 2009 e 2010) e la cinquina di trionfi nel giro di sette anni del Tennis Club Prato (2013, dal 2015 al 2017 e 2019), che però è appena retrocesso in A2.

CRONACA