Centri per l’impiego, Nappi: la Regione invece di parlare di miracolo, ascolti le nostre proposte

Redazione,  

Centri per l’impiego, Nappi: la Regione invece di parlare di miracolo, ascolti le nostre proposte

“Mentre il Governo conferma visione strategica e mostra massima attenzione sul tema delle politiche attive del lavoro, anche con la proroga dei contratti dei navigator, la Regione Campania continua nel suo immobilismo. Altro che miracolo. L’avvio delle procedure per l’assunzione dei 641 vincitori del concorso pubblico arriva in ritardo rispetto a quanto si è verificato nel resto d’Italia ed è solo frutto delle risorse messe a disposizione dal Governo nazionale. Si potrebbe parlare di miracolo se De Luca si rendesse conto che, nella regione con il più basso tasso d’occupazione e 900.000 percettori di Rdc, la priorità è potenziare per davvero i Centri per l’impiego. Per questo ho chiesto a lui e agli assessori competenti: 1) di immettere nei ruoli regionali, attraverso la determinazione dei fabbisogni di personale dell’Ente, tutti i 1.840 idonei al concorso; 2) di individuare gli strumenti tecnologici per realizzare, anche dal punto di vista informatico, una rete dei servizi necessari al nostro mercato del lavoro, che si relazioni con gli operatori privati e operi su scala nazionale; 3) di programmare subito un tavolo con le parti sociali, per individuare percorsi di formazione professionale e di inserimento al lavoro, da attuare con i fondi della programmazione europea. Su questo, sin d’ora, c’è assoluta disponibilità alla attiva collaborazione istituzionale”. Lo afferma Severino Nappi, consigliere regionale della Lega in Campania.

CRONACA