Lotta all’alta velocità, dossi e più controlli nelle strade di Sorrento

Salvatore Dare,  

Lotta all’alta velocità, dossi e più controlli nelle strade di Sorrento

Elevare gli standard di sicurezza lungo le strade di Sorrento. In particolare in centro, a partire da via degli Aranci, una lingua d’asfalto perennemente trafficata a tutta velocità e dove notte e giorno si sfiorano incidenti e specialmente i centauri sfoggiano bizzarre manovre in prossimità delle strisce pedonali. Così, per cercare di imprimere un giro di vite, il Comune di Sorrento a breve cercherà di correre ai ripari e piazzare un sistema di segnaletica intelligente per migliorare le cose. Nel dettaglio, si tratta di passaggi pedonali rialzati e segnaletica orizzontale e stradale che prevederà maggiori limitazioni. L’auspicio è che possa rappresentare una soluzione, anche se a far la differenza più che le installazioni sarà la coscienza di coloro che sono al volante o in sella a uno scooter. Proprio nei giorni scorsi, come conferma la determina dirigenziale firmata dal comandante della polizia municipale Rossella Russo, si è conclusa la gara per assegnare i lavori. La ditta che ha ottenuto l’affidamento per poter procedere alla messa in opera della segnaletica è Traffitrek, di Capua: impegno di spesa complessivo poco superiore a 30mila euro rispetto a un iniziale previsione di 43mila 500 euro. Nel corso dei prossimi giorni verranno aperti i cantieri per poter apporre nei tratti incriminati i rialzamenti. Stando al progetto messo in campo dal Comune di Sorrento, questi “dossi” sorgeranno lungo il corso Italia nel tratto dove sorge l’hotel Central, in via degli Aranci tra l’incrocio con via Marziale e quello con via Sant’Antonio e anche in via Capo, nelle immediate vicinanze dell’hotel Bristol. Fu proprio il comandante della polizia municipale di Sorrento Russo, nelle scorse settimane, a indicare queste aree come quelle più critiche e pericolosi. Gli attraversamenti rialzati verranno installati con conglomerato bituminoso, ci sarà ovviamente la segnaletica (sia orizzontale che verticale) sempre in pieno rispetto del Codice della Strada. Tecnicamente, vengono definiti “speed tables”. La pendenza del rialzo è stimata nel 10 per cento e la lunghezza sarà compresa tra 10 e 12 metri. Già dall’estate, in particolare in via degli Aranci, si susseguono incidenti. Una situazione grave, che nel corso del mese di agosto aveva suggerito al sindaco di Sorrento Massimo Coppola di chiedere alle forze dell’ordine e anche ai suoi agenti di polizia municipale di implementare i controlli anche durante l’orario serale e notturno. Soltanto l’autunno scorso, un agente immobiliare ed il suo bambino di quattro anni hanno rischiato di perdere la vita perché falciati come birilli da un’automobile. Senza dimenticare il fatto che alla salita del parco Tasso la maggioranza di auto, mezzi privati, biciclette e motorini violano il divieto di svolta a sinistra elevando i pericoli. A ciò si aggiunge la sosta selvaggia, in prossimità di alcune attività commerciali. Insomma: non il massimo, anzi, via degli Aranci e anche il quadrivio di Marano rappresentano aree caotiche e in cui è assolutamente necessario imprimere un cambio di passo pure nella repressione.

CRONACA