Napoli ancora ko al Maradona, impresa dello Spezia

metropolisweb,  

Napoli ancora ko al Maradona, impresa dello Spezia

Finisce l’anno nel modo peggiore il Napoli che esce sconfitto per la terza volta consecutiva al Maradona in campionato. Dopo l’Atalanta e l’Empoli, questa volta è lo Spezia a passare (0-1) sul campo degli azzurri. Una vittoria, quella dei liguri, che puntella in maniera clamorosa la panchina di Thiago Motta e che giunge in una partita dominata dai padroni di casa, incapaci però di trovare la necessaria concretezza nell’area di rigore avversaria. Lo Spezia fa il minimo indispensabile, giusto quel che serve per andare in vantaggio, in maniera casuale e vivere poi di rendita, pensando esclusivamente a difendere il bottino conquistato. Il Napoli, dal canto suo, attacca quasi sempre a testa bassa ma con scarsissima lucidità, crea anche diverse occasioni da gol ma complessivamente si esprime sotto tono e anche con una reattività completamente diversa da quella messa in mostra appena domenica scorsa a San Siro nella gara vinta con il Milan Lo Spezia conclude il primo tempo in vantaggio di un gol anche se i calciatori di Thiago Motta non riescono a concludere neppure una volta a rete. I liguri approfittano infatti di un autogol di Juan Jesus che al 37′ devia di testa nella sua porta il pallone, intervenendo su uno spiovente nato a una punizione calciata da Bastoni dalla lunga distanza. Nella ripresa Spalletti sostituisce Mertens con Petagna per aumentare la fisicità della sua squadra nell’area di rigore avversaria. E in effetti gli azzurri cominciano un vero e proprio assedio alla porta di Provedel che nei primi minuti della seconda frazione di gioco frutta anche due gol, entrambi annullati per falli di gioco dei due marcatori, Lozano e Petagna. Poi è il turno del messicano a sprecare una clamorosa occasione a porta vuota su suggerimento di Mario Rui. La conclusione di Lozano viene respinta quasi sulla linea di porta da Erlic. Più passano i minuti e più lo Spezia si chiude a riccio davanti alla porta di Provedel. Il portiere è decisivo nel finale quando devia un tiro angolato di Anguissa. Nei minuti di recupero c’è l’ultimo, disperato tentativo di Elmas che devia di testa un traversone di Ounas e colpisce la parte alta della traversa. Finisce con la vittoria dello Spezia che allunga e non di poco sulla terz’ultima in classifica, allontanandosi dalla zona retrocessione. Il Napoli, invece, vede allontanarsi sempre di più la vetta della classifica e ridursi il vantaggio su chi insegue la zona-Champions.

CRONACA