Covid, il virus attacca la provincia di Napoli: nell’area torrese oltre 1.500 contagiati, in penisola 600 positivi

Salvatore Dare,  

Covid, il virus attacca la provincia di Napoli: nell’area torrese oltre 1.500 contagiati, in penisola 600 positivi

I contagi continuano a salire vertiginosamente. E negli ospedali, di rimbalzo, cresce la pressione. Si sfiorano i 14mila nuovi casi di Covid in Campania, con un tasso di positività che non si arresta a crescere. Con 13.888 contagi in 24 ore, l’indice passa al 10,45 per cento rispetto al dato precedente pari al 9,93. I ricoverati in terapia intensiva passano da 48 a 55 mentre i posti letto di degenza occupati sono 686 a fronte dei 675 del bollettino diffuso il 31 dicembre scorso. Non solo: ci sono anche altri 4 morti, tre nelle ultime 48 ore e uno in precedenza ma registrato soltanto nella giornata di ieri. La situazione è in forte peggioramento in ogni angolo della regione. Ma è in particolare la provincia di Napoli a presentare un boom di casi di coronavirus nel corso degli ultimi giorni.

Boom in penisola In penisola sorrentina ci sono oltre 600 contagiati. Per essere precisi, sono 628 i positivi al Covid, in maggioranza però – come avviene nelle altre cittadine campane – sono soggetti già vaccinati, magari asintomatici e che dunque non presentano condizioni tali da rendere necessaria l’ospedalizzazione. Nel dettaglio, è a Vico Equense che la curva sale in modo alquanto pericoloso: qui i casi Covid attualmente sono ben 170, un numero mai toccato in precedenza, tanto che il sindaco Giuseppe Aiello ha lanciato per l’ennesima volta un appello affinché ci sia una massiccia adesione alla campagna vaccinale. A seguire, Piano di Sorrento con 125 persone risultate positive al coronavirus. Poi Massa Lubrense con 114 e Meta con 86. Chiudono l’elenco Sorrento con 78 casi accertati e Sant’Agnello, 55 positivi. La speranza è che nel corso dei prossimi giorni possano accertarsi meno contagi specie familiari. Anche se il timore è che, complici i cenoni di Capodanno, vi possa essere un nuovo aumento delle positività. Non mancano contagi pure sull’isola di Capri: complessivamente, considerando anche Anacapri, si superano i 110 casi Covid 19.

Allarme area torrese Molto preoccupante l’andamento dei contagi nella zona torrese. Tra Torre Annunziata e Torre del Greco si sfiorano i 1.500 cittadini attualmente positivi al Covid 19. E si teme a breve un’altra impennata per le festività. A Torre Annunziata, addirittura, ci sono stati – stando all’ultimo bollettino reso pubblico dall’amministrazione comunale – ben 121 nuovi casi di contagio da Covid-19 a fronte di 491 tamponi processati, con l’indice di positività che si attesta al 24,64 per cento. Ovvero: positivo un cittadino su quattro che si è sottoposto al test. Al contempo si registrano sette guarigioni. Sale quindi a 416 il numero di cittadini attualmente positivi. Per quanto riguarda la campagna vaccinale, a Torre Annunziata le dosi somministrate sono 63.560 (prime dosi 29.748 per 82% della popolazione vaccinabile; seconde dosi 25.163 per il 69%; terze dosi appena 8.649 per il 24% momentaneo). Va peggio a Torre del Greco, una delle città maggiormente colpite dal Covid dall’esplosione della pandemia. Il totale dei positivi ha addirittura superato quota 1.000, anche se va indicato che coloro che hanno dovuto ricorrere al ricovero sono appena 25.

Quasi 800 nei Lattari Nei comuni dei monti Lattari ci sono 748 cittadini contagiati. A Gragnano addirittura i positivi sono 252, seguono Sant’Antonio Abate (186), Lettere (102), Santa Maria la Carità (95), Agerola (51), Pimonte (37) e Casola (25).

Il caso Ottaviano Nell’area vesuviana contagi in continua crescita nella cittadina di Ottaviano dove i positivi sono ben 644. C’è stata una escalation costante nelle ultime settimane. Preoccupazione anche a San Giuseppe Vesuviano con 424 attualmente contagiati, poi Terzigno supera i 400 casi, quindi a Poggiomarino per ora 302 positivi al coronavirus e Striano con 105 contagiati.

CRONACA