La follia di Capodanno, minori fanno il veglione nell’aula consiliare

Andrea Ripa,  

La follia di Capodanno, minori fanno il veglione nell’aula consiliare

Si sono intrufolati di notte nella sala consiliare del municipio di San Giuseppe Vesuviano e tra gli scranni dei politici e le poltrone della platea hanno dato vita a un vero e proprio Veglione di Capodanno. Complice la chiusura di tantissimi locali della movida a causa delle restrizioni legate alla pandemia, c’è chi non ha resistito e si è organizzato in proprio per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Impossessandosi addirittura della sala più importante del comune. L’ultima follia a cavallo tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022 vede protagonisti un gruppo di ragazzi, una decina, che la scorsa notte hanno forzato la porta per l’uscita d’emergenza sul retro del Comune sangiuseppese, lato parcheggio, e per tutta la notte hanno ballato e danzato nella stanza che fino a qualche giorno prima era utilizzata per gli incontri dagli amministratori della città. A scoprire tutto sono stati all’alba gli agenti del comando della polizia municipale di piazza Elena d’Aosta, agli ordini del tenente colonnello Fabrizio Palladino, che si sono ritrovati di fronte i ragazzi ancora intenti a festeggiare. L’arrivo degli uomini in divisa ha scatenato la fuga di numerosi ragazzi che per tutta la notte hanno occupato la sala consiliare per il veglione di Capodanno. Due le ragazze bloccate e denunciate presso la procura della Repubblica dei minori. Si tratta di due ragazze di 14 e 16 anni, entrambe di Terzigno, che non sono riuscite a scappare in tempo. Gli altri ragazzi alla vista degli agenti della polizia municipale hanno guadagnato in fretta le scale sul retro e poi hanno scavalcato i muri e le recinzioni sul retro della casa comunale facendo perdere le proprie tracce. Le due ragazzine dopo essere state identificate, sono tornate a casa dai familiari stesso in mattinata. Per le forze dell’ordine che hanno aperto un’indagine sul veglione di follia nella sala consiliare del Comune i minori presenti alla festa abusiva erano molti di più. Ecco perché  grazie anche al sistema delle telecamere situato nei pressi dell’edificio si sta cercando di risalire agli altri componenti del gruppo di ragazzi che nella notte tra il 31 dicembre e il 1 gennaio s’è intrufolato nella sala consiliare per festeggiare il veglione di Capodanno. Una festa non autorizzata, interrotta sul più bello dagli agenti della polizia municipale. E pensare che qualche ora prima dell’arrivo del nuovo anno l’appello del primo cittadino di San Giuseppe Vesuviano era rivolto proprio ai giovani a cui veniva chiesto di non riunirsi, di non dar luogo a feste e brindisi per le strade della città o a tombolate per festeggiare il Capodanno. Appelli caduti nel vuoto, stavolta i ragazzi hanno varcato addirittura le porte del municipio da lui guidato.

CRONACA