Turris-Franco, prove di rinnovo: avviate le trattative

metropolisweb,  

Nei giorni scorsi vi abbiamo raccontato dell’interesse dell’Avellino per Giannone, Tascone e Franco e su come la Turris abbia ribadito l’incedibilità di questi calciatori.
Antonio Piedepalumbo, Amministratore Unico del club corallino, intervenuto ai microfoni della tv irpina ‘Prima Tivvù’, ha confermato la nostra anticipazione in merito al futuro dei tre pilastri della formazione di Caneo: “Luca ha un contratto con noi per altri due anni. Oltre ad essere un leader in campo, è un uomo fondamentale anche nello spogliatoio e per la nostra dirigenza. Giannone rappresenta un punto fermo del nostro progetto, abbiamo scelto di condividere insieme un percorso nato lo scorso anno. Stesso discorso vale anche per Simone con cui abbiamo rinnovato poche settimane fa. Tascone è cresciuto molto quest’anno facendo registrare grandi miglioramenti anche in fase realizzativa. Daniele, così come i precedenti due nomi, rappresenta una pedina fondamentale per noi. Dispiace deludere gli amici di Avellino, ma nessuno di questi calciatori è sul mercato”. Le parole chiare del dirigente torrese hanno dunque spento sul nascere qualsiasi sogno di mercato biancoverde che era stato rilanciato con forza nel corso di questa sosta natalizia.

Rinnovo
In casa Turris si sta lavorando per prolungare il contratto a Daniele Franco. Il suo accordo è in scadenza il prossimo 30 giugno, ma tra il suo agente ed il direttore generale Rosario Primicile, sono già andati in scena proficui colloqui già nelle scorse settimane. Le sensazioni sembrano essere positive, si attende a stretto giro una risposta definitiva da parte del centrocampista classe 1994.
Sul tavolo, oltre ad un nuovo aumento di ingaggio, c’è un contratto fino al 2023 con opzione per la stagione successiva. Il professore, così soprannominato dalla torcida corallina, è sempre stato un pupillo di Primicile che gli ha consegnato le chiavi del centrocampo già dallo scorso anno quando pochi addetti ai lavori avevano pronosticato l’esplosione tecnica del numero quattro. Dalla sua il ventisettenne si sente ormai un torrese d’adozione vista la sua lunga militanza con questa maglia che rappresenta per lui quasi una seconda pelle. Basterà questo per arrivare alla fatidica fumata bianca con tanto di annuncio ufficiale? Le voci di dentro fanno pensare in maniera molto positiva anche se nel calcio nulla si può dare per scontato fino a quando non ci sono le firme sui contratti. Prossimamente avremo certamente un quadro più chiaro della situazione, ma una cosa è certa: la Turris non intende privarsi della sua mente di gioco in mezzo al campo.
Bruno Galvan

CRONACA