Boscoreale, turismo archeologico: un affare da cinque milioni di euro

Pasquale Malvone,  

Boscoreale, turismo archeologico: un affare da cinque milioni di euro

Boscoreale. Cinque milioni di euro, centesimo più centesimo meno, sono stati assegnati al comune di Boscoreale nell’ambito del piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), da destinare ad investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale.Una parte sarà investita per la riqualificazione dell’edificio scolastico nel Piano Napoli passanti Scafati. Il grosso della fetta, pari a 3 milioni e mezzo, sarà destinata per la realizzazione dell’orto botanico, all’interno del quartiere Villa Regina, dove sono in corso una serie di investimenti per la riconversione dell’area sotto il profilo turistico. L’intera somma sarà erogata in cinque anni in base anche alla fase progettuale. Per l’orto botanico bisognerà attendere ancora un po’, mentre a breve potrebbe arrivare il via libera per l’avvio dei lavori della passeggiata archeologica che collegherà il complesso di Villa Regina a Villa dei Misteri. I fondi, pari a 1.200.000 euro e finanziati nell’ambito del “Grande Progetto Pompei”, sono già disponibili. Appena arriverà lo start, si potrà procedere con l’assegnazione della gara d’appalto. Attualmente la strada, già in parte realizzata alla fine degli anni ’80, della lunghezza complessiva di circa 900 metri, ricade sul territorio dei Comuni di Boscoreale e Pompei ed è completata nel tratto ricadente nel Comune di Boscoreale e per circa 300 metri nel tratto ricadente nel territorio di Pompei. Il restante tratto per circa 250 metri, dall’area del ritrovamento archeologico fino a via delle Tombe, manca della realizzazione della sede stradale e delle infrastrutture impiantistiche, pur essendo completa la copertura del canale e il sistema fognario. Questa strada consentirà il collegamento tra Villa dei Misteri e Villa Regina, dirottando il flusso turistico di Pompei anche verso l’area archeologica boschese. Il progetto prevede, tra l’altro, il completamento dell’arteria, la pavimentazione della stessa e dei marciapiede, l’impianto di illuminazione e la collocazione di pannelli illustrativi lungo il percorso. L’amministrazione Diplomatico conta di fare il colpaccio e sbancare i fondi ministeriali con la partecipazione al bando pubblico per la riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica nell’ambito della misura 11 del Fondo Complementare al PNRR – Programma Sicuro, verde e sociale: riqualificazione edilizia residenziale pubblica (Erp) nei quartieri Piano Napoli Villa Regina e Passanti. La proposta progettuale, di valore pari a dieci milioni di euro, è stata inserita nell’elenco approvato il 31 dicembre 2021 per un totale di 168 istanze. Con un successivo atto sarà approvata la graduatoria delle proposte che saranno ritenute ammissibili, distinte tra prioritarie e secondarie, e che sulla base dell’ordine di graduatoria e nel rispetto delle riserve e dei limiti di finanziamento saranno contestualmente approvati l’elenco dei progetti da finanziare e quello dei progetti di riserva, da trasmettere al Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili entro e non oltre il 15 gennaio 2022.

CRONACA