I ladri rubano il gasolio, il sindaco di Terzigno chiude la scuola

Andrea Ripa,  

I ladri rubano il gasolio, il sindaco di Terzigno chiude la scuola

I ladri svuotano l’impianto di riscaldamento della scuola media, il sindaco è costretto a chiudere la scuola fino al prossimo 19 gennaio per provvedere – si spera in tempi rapidi – alla sistemazione delle caldaie danneggiate la scorsa notte. Accade a Terzigno nei locali della scuola media Giuseppe Giusti di via Sant’Antonio, dove i malviventi hanno fatto irruzione la scorsa notte ed hanno portato via circa 2mila litri di gasolio dall’impianto di riscaldamento del plesso Capoluogo. Un furto su cui hanno acceso i riflettori i carabinieri di Terzigno, coordinati dal maresciallo Gennaro Auricchio, che da ieri mattina stanno cercando elementi utili per provare a dare un volto e un nome ai malviventi che hanno agito indisturbati nel cuore della notte. Il gasolio era necessario per garantire agli impianti di riscaldamento delle aule di poter funzionario, così da evitare che gli studenti seguissero le lezioni al freddo. Il sistema di areazione è stato svuotato quasi completamente, tanto da indurre i vertici dell’amministrazione comunale a provvedere all’immediata sospensione delle lezioni in presenza per gli studenti. Il provvedimento firmato nel pomeriggio dal primo cittadino Francesco Ranieri resterà in vigore fino al prossimo 19 gennaio, per l’amministrazione si tratta di tempi tecnici per reperire nuovo gasolio attraverso le piattaforme dedicate agli acquisti per gli enti istituzionali. Allo stesso tempo è stato dato mandato ai funzionari di reperire i materiali in tempi rapidi. Dopo la segnalazione dei vertici dell’istituto Giusti alle forze dell’ordine – sono stati i tecnici della scuola ad accorgersi del furto in mattinata – anche l’amministrazione comunale ha presentato denuncia alle forze dell’ordine.

CRONACA