Stabia, richieste per Rizzo. Per l’attacco spunta Di Dio

Michele Imparato,  

Stabia, richieste per Rizzo. Per l’attacco spunta Di Dio

Sta per iniziare la caccia ai giocatori di punta della Juve Stabia. Dopo Berardocco ci sono alcune richieste anche per Rizzo. Nello specifico, per il terzino sinistro della squadra di Sottili ci sono stati dei sondaggi di Siena e Foggia.
Non è un mistero che Alberto Rizzo è un calciatore che gode della stima di Padalino, allenatore che l’ha avuto la stagione scorsa a Castellammare. Sul fluidicante delle Vespe, però, si vocifera anche di un interessamento del Foggia perchè Rizzo è un giocatore per caratteristiche ideale al gioco di Zeman. Anche in questo caso il nome è stato suggerito da un ex Juve Stabia. Si tratta di Peppino Pavone, direttore sportivo dei gialloblù l’anno scorso.
Alberto Rizzo, 24 anni, è stato acquistato nell’estate del 2020 dal ds Filippo Ghinassi dopo la stagione al Cittadella. L’ex Trapani nel campionato scorso è stato uno dei pilastri della Juve Stabia allenata da Pasquale Padalino. Il terzino siciliano era stato uno dei più impiegati giocando 30 partite. Anche quest’anno Rizzo è uno dei titolari delle Vespe sempre in campo sia con la gestione Novellino che con quella di Sottili. Il calciatore ha giocato tutte le partite di cui due anche con i gradi di capitano contro il Monterosi e il Potenza. Uno score, quello di Alberto Rizzo, impreziosito anche da quattro assist. Nella classifica di rendimento dei terzini Rizzo è uno di quelli ai primi posti nel suo ruolo ed è logico che qualche sirene di mercato arrivi.
Siena e Foggia sono alla finestra ma non è escluso che durante i prossimi giorni la lista di gradimento non possa allungarsi. Per la Juve Stabia, però, Rizzo è un calciatore importante e non sarà svenduto. Il terzino potrebbe andare via solo in caso di offerta vantaggiosa e non sarebbe semplice per le Vespe rimpiazzarlo.
Sul fronte arrivi, invece, oltre ormai ai soliti nomi noti di Ceccarelli, De Silvestro e Piccolo ci sarebbe stato anche un sondaggio anche per Flavio Di Dio, esterno classe 2002 di proprietà del Bologna ma in uscita dal Teramo perchè non rientrerebbe più nei piani di Guidi. Il prodotto del vivaio rossoblu è approdato in Abruzzo negli ultimi giorni del mercato estivo  non venendo convocato nelle prime due partite di campionato affrontate dai  biancorossi a causa di una condizione atletica non ottimale. Successivamente però non c’è stata un’inversione di trend: Di dio infatti ha totalizzato solamente 3 presenze non segnando nessuna rete. Secondo quanto riportato da TuttoC il Bologna insieme al ragazzo potrebbe decidere di interrompere con anticipo il prestito valutando altre destinazioni. Molte le squadre interessate: non solamente club di Serie C come Juve Stabia, Fermana e Foggia e Mantova ma anche alcuni provenienti dalla Serie D. 

CRONACA