«Che impresa, ragazzi»: il percorso della Bcp per gli studenti

metropolisweb,  

«Che impresa, ragazzi»: il percorso della Bcp per gli studenti

Torre del Greco. È partito il percorso di educazione finanziaria avviato dalla Banca di Credito Popolare in qualità di tutor e rivolto a 1.800 studenti degli istituti superiori della Campania. L’iniziativa «Che impresa ragazzi!» punta a migliorare – in otto appuntamenti da remoto – le capacità dei giovani nella gestione del denaro attraverso la realizzazione di progetti d’impresa.

Lo strumento didattico prescelto è il Business Model Canvas, in grado di consentire agli studenti di sviluppare i propri piani d’investimento su una piattaforma online e sotto la guida dei rispettivi docenti. «L’educazione finanziaria – spiega il Dg Felice Delle Femine – è centrale nella formazione delle nuove generazioni. Trasferire conoscenze e competenze ai giovani sull’uso consapevole del denaro e facilitare la crescita di una cittadinanza attiva e responsabile rientra nel ruolo sociale di una banca legata al territorio come la nostra».

La partecipazione della Banca di Credito Popolare al programma di formazione avviene in virtù all’adesione alla Feduf – la fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio – con cui la banca collabora da anni. «Che Impresa Ragazzi!» non è una novità per la Bcp, già pronta in passato a offrire questa esperienza a migliaia di studenti della Campania con l’obiettivo di guidarli alla realizzazione di un vero e proprio progetto imprenditoriale, con un impatto sostenibile sul territorio.

E non si tratta della sola iniziativa promossa da Bcp nella formazione delle nuove generazioni. Con il progetto «I Fuoriclasse della Scuola» che valorizza i talenti degli istituti superiori vincitori delle Olimpiadi del Miur, infatti, la «bancarella» di palazzo Vallelonga ha premiato con due borse di studio altrettanti giovani eccellenti della nostra regione. Non solo: la Banca di Credito Popolare partecipa dalla sua nascita al mese dell’educazione Finanziaria, iniziativa nata nel 2018 per promuovere lo sviluppo della cultura finanziaria.

©riproduzione riservata

CRONACA