Castellammare. Trentenne di Vico morto in un incidente, indagato un turista americano di 84 anni

Tiziano Valle,  

Castellammare. Trentenne di Vico morto in un incidente, indagato un turista americano di 84 anni

Ancora un incidente mortale sulla statale sorrentina. Ancora una volta il corpo di un giovane resta sull’asfalto, senza vita. Una scia di sangue che non si arresta lungo la strada della morte e anzi si aggiorna con una cadenza spaventosa. La vittima dell’impatto avvenuto ieri pomeriggio è Alfonso Curto, a luglio avrebbe compiuto 30 anni. Il giovane di Vico Equense viaggiava in sella alla sua moto assieme alla fidanzata, quando si è schiantato contro una Jeep, presa a noleggio da una coppia di anziani turisti americani. Curto è morto sul colpo, la sua fidanzata invece è rimasta gravemente ferita ed è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Sorrento, dov’è stata prima operata e poi ricoverata in prognosi riservata.Una tragedia che ha scosso l’intera comunità di Vico Equense, dove la famiglia Curto gestisce un’attività commerciale. «A nome dell’intera città esprimo il mio dolore per la tragica morte di Alfonso, un ragazzo forte e perbene, che conoscevo personalmente – dice il sindaco Peppe Aiello – Spero che l’abbraccio commosso di tutta la nostra comunità arrivi alla sua famiglia e a quanti gli hanno voluto bene. Non ci sono parole di fronte a un tale dolore».

L’incidente

L’impatto tra la motocicletta guidata dal trentenne di Vico Equense e l’auto dei turisti americani è avvenuto alle 14, lungo la statale sorrentina, all’altezza dell’hotel Crowne Plaza. Alfonso Curto, assieme alla fidanzata, stavano procedendo in direzione dei caselli autostradali. La Jeep presa a noleggio da una coppia del Kentucky – lui 84 e lei 83 anni – partita da Napoli, era invece giunta a destinazione. I due americani stavano svoltando per accedere al parcheggio dell’albergo di Castellammare di Stabia. E’ proprio durante la manovra che hanno impegnato l’altra corsia, vedendosi piombare addosso la motocicletta, che procedeva nel senso opposto e aveva appena superato la curva. Un impatto violentissimo, che ha provocato anche lo sfondamento del parabrezza.Alfonso Curto si è schiantato contro la vettura ed è caduto all’indietro, restando senza vita sull’asfalto. La sua fidanzata invece è stata sbalzata dalla sella della moto ed ha fatto un volo di qualche metro prima di cadere rovinosamente a terra.I primi a prestare soccorso sono stati alcuni passanti che hanno subito allertato il 118. Sul posto sono arrivate due ambulanze, una di Vico Equense e l’altra di Meta. Per il trentenne i medici non hanno potuto far altro che constatare il decesso. La sua fidanzata, invece, è stata trasferita d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale di Sorrento.Non hanno riportato conseguenze, infine, i due turisti americani, che sono rimasti sotto shock.Sul posto anche una pattuglia della polizia municipale di Castellammare di Stabia che coordinata dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata ha fatto scattare le indagini. Gli agenti hanno svolto tutti i rilievi del caso, ascoltato alcuni testimoni del terribile impatto e acquisito le immagini dei circuiti di videosorveglianza pubblici e dello stesso Crowne Plaza per verificare anche attraverso le telecamere la dinamica dell’incidente. La salma di Alfonso Curto è stata posta sotto sequestro, a disposizione dell’autorità giudiziaria che nei prossimi giorni dovrebbe disporre l’autopsia. Il turista americano di 84 anni che era alla guida della Jeep è stato iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio stradale.

CRONACA