Andrea Ripa

Corse tagliate, ritardi e faide interne. L’Eav accusa i dipendenti: «Sabotaggio in Circum»

Andrea Ripa,  

Corse tagliate, ritardi e faide interne. L’Eav accusa i dipendenti: «Sabotaggio in Circum»

Tagli alle corse, ritardi senza fine e corse saltate. In mezzo la guerra tra azienda e lavoratori, con accuse pesanti da parte dei vertici di Eav nei confronti dei propri dipendenti. L’ondata di grande caldo spalanca le porte dell’inferno in Circumvesuviana, nel giorno in cui l’azienda rimodula il piano delle corse per l’estate – annunciando tagli sulla linea Napoli-Torre del Greco – scoppia anche l’ennesimo conflitto con i lavoratori, condito da una serie di ritardi, fino a un’ora d’attesa per i treni, per carenza di materiali. Le foto dei turisti e dei pendolari sulle stazioni e i pochi treni garantiti sovraffollati, fanno da sfondo a una situazione ormai insostenibile per quanto riguarda la tenuta dei trasporti all’ombra del Vesuvio. Esposto alla Digos – I toni della «guerra» tra azienda e lavoratori sono altissimi. «C’è chi vuole il caos. Alcuni lavoratori annunciano proteste e forme di non collaborazione. La richiesta: vogliono più soldi. Questa situazione mette a rischio lo stipendio e la quattordicesima di tutti. Chi rifiuta lo straordinario oggi ci costringe a ridurre i servizi. Eppure basterebbe mezz’ora di guida in più nel turno di lavoro per evitare i disagi», fa sapere Eav in una nota diramata ieri mattina proprio nell’annunciare lo stop alle corse da oggi. Un comunicato a cui ne ha fatto seguito un altro, dai toni ancor più pesanti, pubblicato alla luce dei ritardi. «C’è in atto un’azione di sabotaggio. Moltissimi rotabili scartati per motivi vari hanno creato un blocco della circolazione. Si mette a rischio la sicurezza dei passeggeri. Abbiamo preparato un esposto a Digos e procura».

Scontro con i sindacati – Parole fortissime, capaci di innescare uno scontro con i sindacati, pronti a difendere la parte sana dei lavoratori. «Uno sparuto gruppo di “irresponsabili” non può assolutamente mettere in cattiva luce il resto dei lavoratori. Proposte di baratto economico sulla salute e la sicurezza non ci appartengono. Ma la continua ricerca dei colpevoli, fatta ad arte dalla dirigenza aziendale, che come sempre sposta il tiro genericamente sui lavoratori, non servirà a nascondere le lacune gestionali». Così, in una nota, il segretario generale della Filt Cgil Campania, Amedeo D’Alessio ed il segretario responsabile del comparto mobilità per la categoria, Carlo Finozzi. «La Filt Cgil Napoli e Campania – precisa la nota – preferisce stare al merito confrontandosi nelle sedi deputate, perché per migliorare il servizio, oltre alle nuove assunzioni, è necessario ottenere una migliore organizzazione del lavoro a partire dalle manutenzioni dei rotabili e della infrastruttura».

I tagli per l’estate – Sospensione della circolazione lungo la tratta Napoli-Torre del Greco via centro direzionale e una serie di corse non effettuate per due mesi. Sono le novità al programma di esercizio comunicate da Eav in merito alle linee vesuviane in vigore fino al 31 agosto. I treni direttissimi Sorrento-Napoli delle 6:48 e Napoli-Sorrento delle 18:34 saranno sostituiti nei giorni feriali dai direttissimi via Barra delle 6:48 da Sorrento per Napoli e delle ore 18:48 da Napoli per Sorrento. Sulla linea Napoli-San Giorgio-Torre del Greco le corse ferroviarie saranno sospese dal 27 giugno al 31 agosto (sostituite dai bus). Nello stesso periodo sarà sospeso il servizio treni feriali sulla linea Napoli-Pomigliano d’Arco.

CRONACA