Salvatore Dare

Movida e spiagge, giro di vite in penisola sorrentina: cani anti droga e metal detector in Circum

Salvatore Dare,  

Movida e spiagge, giro di vite in penisola sorrentina: cani anti droga e metal detector in Circum

Un vero e proprio giro di vite per la sicurezza. E’ quello impresso nel corso dell’ultimo fine settimana da parte delle forze dell’ordine che hanno esteso i controlli a litorali e centri storici della penisola sorrentina. E soprattutto avviando una campagna di prevenzione nel cuore della movida e nelle immediate vicinanze delle stazioni della Circumvesuviana. In campo cani antidroga e metal detector. I carabinieri della compagnia di Sorrento, diretti dal maggiore Ivan Iannucci, hanno acceso i riflettori sulla movida del sabato sera e sull’affluenza di bagnanti. A iniziare ovviamente da Meta, dove durante i fine settimana si registra una fortissima presenza di bagnanti provenienti dall’hinterland vesuviano e napoletano. A questa attività, si aggiungono i consueti servizi svolti dalle stazioni della penisola sorrentina, della polizia di Stato, della guardia di finanza e dei vigili urbani. In particolare, nel weekend, l’Arma ha impiegato militari del Reggimento carabinieri Campania all’esterno dei tornelli della stazione Eav di Meta e lungo il percorso che porta alle spiagge. Vigilanza e controlli sono stati svolti anche da personale in borghese del Nucleo Operativo e Radiomobile nelle aree della movida notturna. Predisposti posti di controllo con pattuglie del Pronto Intervento nei principali snodi viari della penisola sorrentina, anche con l’ausilio di unità cinofile e con metal detector. Nelle giornate di sabato e domenica sono state identificate oltre 400 persone, una trentina delle quali con precedenti penali, controllati 170 veicoli, elevate 73 contravvenzioni al Codice della Strada, ritirati 7 documenti di circolazione. Nei giorni scorsi, i sindaci – nei dialoghi avviati con la Prefettura di Napoli – avevano chiesto un sensibile potenziamento del numero degli agenti in servizio in penisola sorrentina. Rinforzi per poter migliorare il livello di prevenzione e sicurezza sul territorio per un’estate che si sta rivelando una stagione con numeri altissimi per arrivi e presenze di vacanzieri italiani e stranieri. Nel weekend, c’è stato così un sensibile rafforzamento delle attività. Già la scorsa settimana, pubblicamente, è stato il sindaco di Meta, Giuseppe Tito, a invocare l’assegnazione di nuove unità per le forze dell’ordine alla luce del fatto che la sua cittadina è quella che tradizionalmente, in particolare durante i fine settimana, viene presa d’assalto da migliaia di bagnanti che giungono in penisola da Napoli e provincia. Un boom di persone che, a bordo dei treni della Circumvesuviana, giunge in penisola e ama fermarsi a Meta per trascorrere giornate all’insegna del mare e del divertimento. Ma ciò evidentemente procura problemi per la gestione dell’afflusso elevato nella zona dei lidi e dunque è necessario fare il possibile per garantire la sicurezza pure per i residenti. Un primo risultato di queste interlocuzioni avviate con la Prefettura è stato anche l’ok alla istituzione di un tavolo permanente di confronto per quanto concerne la mobilità.

CRONACA