Nuotatrice morta, a San Giorgio una veglia preghiera nel giorno delle nozze

metropolisweb,  

Nuotatrice morta, a San Giorgio una veglia preghiera nel giorno delle nozze

San Giorgio. Una veglia di preghiera per Mariasofia Paparo, la studentessa e nuotatrice stroncata ad aprile da un infarto a soli 27 anni è in programma domani alle 20.30 nella chiesa di S. Antonio di Padova a San Giorgio a Cremano proprio nel giorno in cui avrebbe dovuto sposarsi.

‘Sarà forse un altro giorno difficile per la famiglia e per chi le voleva bene ma il ricordo, l’impegno e il sorriso della nuotatrice e studentessa sangiorgese resterà indelebile ed esemplare per tutti” dice il sindaco del Comune vesuviano, Giorgio Zinno. Mariasofia era residente a San Giorgio a Cremano e aveva preparato la tesi che avrebbe dovuto discutere il 28 aprile, diciassette giorni dopo la tragedia che le ha stroncato la vita e il futuro.

L’Università Parthenope – nel corso di una cerimonia alla quale ha preso parte il presidente del Consiglio comunale, Michele Carbone – le ha conferito ieri la laurea honoris causa.

La commissione le ha attribuito la laurea magistrale in Scienze e Tecnologie della Navigazione davanti alla madre, Giuseppina Principe, alla sorella Mariapia, alle zie e ad alcuni colleghi del suo team di nuoto ‘Speedo Italia’.

CRONACA