Pompei, visite alternative: un trenino per i turisti

Salvatore Piro,  

Pompei, visite alternative: un trenino per i turisti

Pompei. Trenino turistico, aggiudicata la ricca concessione. E’ una società di operatori esperti nel settore, con sede a Napoli, ad essersi aggiudicata il mega-appalto che affiderà in concessione il servizio di trenino turistico nella città degli Scavi, nonchè patrimonio Unesco, per i prossimi 6 anni. L’affare è grosso. Forse anche per questo l’amministrazione comunale ha deciso per l’indizione di una conferenza pubblica, che svelerà tutti i dettagli dell’operazione, già programmata per lunedì mattina alle ore 11 presso Palazzo De Fusco. Il valore della concessione è altissimo: 82 mila euro più Iva all’anno per un totale quindi di oltre 500 mila. Alla gara per il trenino lillipuziano da far girare per le strade di Pompei avevano partecipato due aziende. L’amministrazione comunale, in linea con le indicazione già espresse dal ministero Trasporti, in questo modo garantirà la circolazione del trenino turistico per l’intero anno solare: 240 giornate minime per una fascia oraria giornaliera compresa tra le 10.00 e le 19.00 (nel periodo dal primo ottobre – 31 marzo) e dalle 10.00 alle 23.00 (nel periodo 1° aprile – 30 settembre). “Nel corso di validità della concessione, per ogni anno, il concessionario deve garantire all’amministrazione un numero minimo di gratuità – pari ad almeno 5 corse – per tour riservati a delegazioni istituzionali e ospiti dell’amministrazione previa richiesta scritta da parte della segreteria del sindaco” è la clausola speciale inserita nel capitolato. Il nuovo trenino potrà circolare in città seguendo i percorsi autorizzati dalla polizia municipale, ma derogando all’attuale e stringente disciplina della Ztl, purché rispetti le prescrizioni e “i divieti imposti per ragioni di sicurezza della circolazione” anche pedonale. Per garantire il nuovo servizio saranno perciò autorizzati percorsi che prevedano il transito in piazza Porta Marina Inferiore, via Villa dei Misteri, via Mare, via Plinio, via Minutella, via Colle San Bartolomeo, via Roma, via San Michele, piazza Bartolo Longo, piazza Schettino, via Sacra, via Carlo Alberto, via Lepanto, via Piave, via Rossi, via Nolana, via Duca D’Aosta, via San Giuseppe, via Fratelli Adriano Celentano, piazza Immacolata, via Unità D’Italia. “Saranno autorizzati – specificano ancora dal Comune di Pompei – ulteriori percorsi per consentire il raggiungimento di siti di interesse turistico ubicati al di fuori del capoluogo cittadino”. Il trenino dovrà avere una lunghezza massima di 25 metri ed essere dotato di 25 posti a sedere con una classe ambientale di consumo “euro 4 o superiore”. Le tariffe saranno determinate dal concessionario in regime di libero mercato. Il capitolato di gara, però, prevede il rispetto di costi massimi: – bambini fino a 4 anni gratuito; bambini tra 4 e 12 anni max 5 €; – adulti e ragazzi oltre 12 anni max 10 €; – famiglia 2 adulti e 2 bambini max 25 € e 2 € per ogni altro figlio oltre il secondo; – disabili (gratuito) più 5 € per accompagnatore.

CRONACA