Tentò di stuprare due ragazze: sette anni di cella

metropolisweb,  
Un 30enne condannato dopo le denunce delle giovani. Abusi commessi in un’abitazione di San Valentino Torio

Tentò di stuprare due ragazze: sette anni di cella

San Valentino Torio. Tentò di violentare due ragazze, di cui una minorenne, mentre si trovava in casa di una delle due vittime.

Condannato un trentenne straniero – di nazionalità romena – accusato di violenza sessuale e lesioni. Nei giorni scorsi, è terminato il processo dinanzi i giudici del Tribunale di Nocera Inferiore che hanno ritenuto colpevole l’uomo. Adesso si attende il deposito delle motivazioni, successivamente ci sarà l’Appello.

I fatti sarebbero accaduti a San Valentino Torio nel 2021 e, dopo la denuncia, l’uomo finì anche in carcere a Secondigliano. I giudici del Tribunale di Nocera Inferiore per lui hanno stabilito sette anni e tre mesi di reclusione.

Stando alle accuse e alle ricostruzioni degli investigatori, il ragazzo avrebbe minacciato e abusato delle due ragazze. Si trovava all’interno dell’abitazione di una delle due giovani e avvicinò una delle due ragazze, le strinse forte i polsi ed un braccio.

La ragazza, stando a ciò che è emerso dal processo, sarebbe riuscita in un primo momento a liberarsi ma l’uomo l’avrebbe seguita in camera da letto. A quel punto ci furono gli abusi denunciati dalla vittima. Nel tentativo di difendersi dall’aggressione del trentenne, la giovane rimediò ecchimosi sulla gamba, oltre che sul braccio.

Non finisce qui. Perché secondo le ricostruzioni dell’autorità giudiziaria, addirittura nella stessa giornata, il ragazzo avrebbe commesso un’altra violenza anche sull’amica della ragazza, all’epoca dei fatti diciassettenne. Quest’ultima si trovava già in casa, quando fu anche lei trattenuta contro la sua volontà. «Statti un po’, non te ne andare», avrebbe minacciato il trentenne, che iniziò a toccare le parti intime della giovane. La vittima, nel tentativo di liberarsi, finì con il volto sul tavolo della cucina, rimediando alcune ferite.

Per questo secondo episodio, il giovane risponde di violenza sessuale e lesioni aggravate dall’età della minorenne. Agli atti della procura erano finiti i referti medici delle due ragazze, che testimoniarono le ferite rimediate durante la breve colluttazione che entrambe avrebbero intrapreso, per liberarsi dalla morsa dell’indagato.

Ora per il trentenne è arrivata la condanna a sette anni e tre mesi di reclusione con sentenza emessa dal collegio dei giudici del Tribunale di Nocera Inferiore. Prossimo passaggio l’Appello dopo le motivazioni.

CRONACA