Turris in pole per Aya, sondato Frascatore

metropolisweb,  

Turris in pole per Aya, sondato Frascatore

“Non solo Claudio Manzi, ma tutti i calciatori presenti in ritiro sono incedibili e sono al centro del progetto Turris”. Il presidente Colantonio chiude praticamente il mercato in uscita escludendo cessioni. Nelle ultime settimane, l’ambiente corallino temeva gli addii sia di Manzi che di Leonetti (entrambi sono in scadenza nel 2023) ma il numero uno del club ha spazzato via ogni dubbio a riguardo: “Il tempo per ascoltare offerte, o presunte tali, è terminato. I calciatori che società e staff tecnico hanno portato in ritiro devono restare concentrati esclusivamente sulla preparazione alla prossima stagione. Del resto, stanno lavorando tutti con grande impegno e professionalità. La Turris continuerà, invece, a fare mercato in entrata per completare la rosa in base alle esigenze condivise con l’allenatore”. In entrata la società sta lavorando per portare a Torre del Greco l’esperto difensore Ramzi Aya. A quanto pare l’offerta dei corallini ha fatto breccia nella testa del centrale che ha però anche una proposta dell’Avellino. La Turris ha messo sul piatto un triennale mentre gli irpini un accordo di due anni. A centrocampo perde quota la suggestione Barillà, le condizioni fisiche non convincono. C’è invece da registrare un sondaggio per il mancino Paolo Frascatore. Nelle idee di Canzi, questo calciatore può essere un autentico jolly difensivo perché in grado di giocare sia da esterno a tutta fascia ma anche da braccetto. Nell’ultima uscita contro il Bellizzi Irpino, l’allenatore ha speso parole importanti per il nuovo acquisto Stampete ma soprattutto per Salvatore Longo. Il centravanti siciliano sembrava essere in lista di sbarco fino a qualche settimana fa. La volontà del club era quella di mandare in prestito questo ragazzo. A quanto pare, al di là delle parole di Colantonio che ha bloccato tutte le cessioni, Canzi aveva già prima bloccato ogni discorso in uscita per Longo. Il mister vede nell’ex Fiorentina una pedina con un grande potenziale tecnico e soprattutto fisico. Vedremo se il 22enne di Catania riuscirà a ripagare la fiducia di Canzi sul campo a suon di gol e prestazioni di spessore.

Bruno Galvan

CRONACA