Pompei, dodicenne morto all’acquapark: oggi l’autopsia

metropolisweb,  

Pompei, dodicenne morto all’acquapark: oggi l’autopsia

Una giornata in famiglia che doveva trascorrere spensierata è invece finita in tragedia e adesso tutti attendono di capire cosa è accaduto a Flavio Parmendola, il ragazzino di 12 anni che è morto sabato mattina nel parco acquatico Aquafarm, di Battipaglia. Quest’oggi la Procura della Repubblica di Salerno affiderà l’incarico al medico legale, che dovrà eseguire l’autopsia sulla salma del piccolo. Già oggi dovrebbe essere svolto l’esame irripetibile e si comincerà a capire qual è la causa della tragedia. Flavio, dopo essere uscito dalla piscina, ha avvertito un malessere per poi accasciarsi al suolo e spirare. Tutto in pochi minuti. Potrebbe essersi trattato di un incidente o di un malore fulminante. Il fatto è avvenuto intorno alle 11 di sabato mattina. Flavio si era lanciato da uno scivolo ed era arrivato regolarmente in acqua. Ma il ragazzino è uscito dalla piscina ed ha iniziato a non stare bene. Si è seduto su di un lettino, ha vomitato e poi si è accasciato al suolo privo di sensi. Il tutto sotto gli occhi increduli di centinaia di persone che in quel momento si trovavano all’interno del parco acquatico. I soccorritori hanno fatto il possibile per strappare il 12enne alla morte. Ma per Flavio non c’è stato nulla da fare. Inutili i soccorsi ad opera dei volontari della Croce Bianca che hanno trasferito il ragazzino in ospedale a Salerno dove è arrivato cadavere per essere poi trasferito presso la camera mortuaria dello stesso nosocomio salernitano. Le indagini sono state affidate agli agenti della squadra mobile di Salerno che stanno provando a ricostruire l’esatta dinamica della tragedia anche attraverso le immagini della videosorveglianza. Ma solo l’autopsia potrà chiarire le vere cause del decesso. (c)riproduzione riservata

CRONACA