Torre del Greco, ottantenne muore folgorato mentre lavora nel suo fondo agricolo

metropolisweb,  
E' lo zio di un ex consigliere comunale. La tragedia nel terreno agricolo di famiglia in via Cavallo

Torre del Greco, ottantenne muore folgorato mentre lavora nel suo fondo agricolo

Torre del Greco. Aveva approfittato di una giornata calda per fare alcuni lavori nel fondo agricolo di via Cavallo nel quale, spesso, andava soprattutto d’estate. Ma, ieri mattina, una tragedia ha sconvolto la vita della famiglia Scognamilio.

Natale, 80 anni, molto conosciuto nella zona di via Scappi, area nord di Torre del Greco, stava scavando nel fondo quando, forse, deve aver tagliato inavvertitamente un cavo elettrico. La scossa è stata immediata e letale. Forse l’uomo stava lavorando con un attrezzo che ha immediatamente portato la scarica elettrica sul suo corpo.

Un voltaggio forte che lo ha stroncato sul colpo. I primi ad accorgersi di quanto fosse accaduto sono stati i familiari di Natale Scognamiglio, che avrebbe compiuto 81 anni il prossimo mese di marzo. Le figlie sono state le prime ad arrivare sul posto e a cercare di prestare soccorso.

Immediatamente, però si è attivata anche la macchina dell’emergenza. Sono arrivate le volanti della polizia di Stato che si trova in via Sedivola e un’ambulanza del 118. Ma per l’uomo che si trovava nel fondo agricolo non c’è stato nulla da fare. La scarica elettrica gli ha provocato, con tutta probabilità, un arresto cardiocircolatorio immediato.

Per tutta la mattinata le urla delle figlie e le loro lacrime hanno caratterizzato la scena di una tragedia. Gli agenti del commissariato hanno anche avviato le prime indagini e scritto un’informativa che è stata inviata alla Procura della Repubblica.

E’ stata aperta immediatamente un’inchiesta per cercare di capire perché quel cavo elettrico si trovasse in quel fondo agricolo e se era adeguatamente segnalato. Un errore tragico che ha causato la morte dell’ottantenne e che ora dovrà anche essere spiegato dalle indagini. Per questo motivo il terreno è stato posto sotto sequestro così come le attrezzature che l’80enne stava utilizzando ieri mattina. L’obiettivo è anche capire se tutte le misure di sicurezza siano state adottate.

L’anziano era molto conosciuto in zona ed era un amante dei lavori agricoli. Spesso, infatti, come accaduto anche ieri mattina nonostante l’età e il caldo forte, l’uomo si dirigeva verso questo terreno agricolo per fare alcuni lavori. Era anche lo zio di un ex consigliere comunale, di professione ortopedico, molto conosciuto in zona. Si attende ora l’esito dell’esame esterno del corpo e soprattutto di capire se il pm di turno, avvisato dalla polizia, intenda comunque disporre l’esame autoptico per chiarire ogni dettaglio di questa tragedia.

Appena sarà possibile anche le figlie ed i parenti dell’ottantenne saranno ascoltate per cercare di fare chiarezza su quanto accaduto ieri in via Cavallo. Una zona a pochi passi dal casello autostradale, ricca di appezzamenti di terreno dove spesso vengono anche effettuate diverse coltivazioni di prodotti tipici che impegnano molte persone.

CRONACA