Alberto Dortucci

Un ponte Torre del Greco-Genova in memoria dei 4 angeli volati giù dal ponte Morandi

Alberto Dortucci,  

Un ponte Torre del Greco-Genova in memoria dei 4 angeli volati giù dal ponte Morandi

Torre del Greco. Per il quarto anno di fila un ponte invisibile collegherà Torre del Greco e Genova, unite nel ricordo del tragico crollo pagato con 43 vite. Tra le vittime, quattro giovani della città del corallo – Giovanni Battiloro, Gerardo Esposito, Antonio Stanzione e Matteo Bertonati – partiti insieme per le vacanze e precipitati giù dal viadotto Polcevera.

La commemorazione dei quattro angeli del ponte Morandi sarà organizzata il prossimo 14 agosto – come avvenuto a partire dal 2019 – in corso Garibaldi, ai piedi della lapide installata dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Palomba sul belvedere affacciato sul golfo di Napoli. A mantenere vivo il ricordo dei quattro giovani l’associazione sviluppo area porto, insieme al parroco della chiesa di Portosalvo: «L’iniziativa vuole mantenere vivo e sentito il ricordo del triste evento – sottolineano i promotori della manifestazione – perchè Torre del Greco non dimentica i propri figli».

Alla commemorazione parteciperanno i vertici della squadra di governo cittadino e delle forze dell’ordine del territorio. Insieme alla deposizione di un mazzo di fiori sotto la lapide di corso Garibaldi, previsto – allo scoccare delle 11.36 del 14 agosto, minuto esatto del crollo – l’accensione delle sirene delle auto delle forze dell’ordine presenti sul posto e della motovedetta della guardia costiera al largo del belvedere.

Ugualmente definito a Genova il programma per la commemorazione delle vittime del crollo di Ponte Morandi. Il primo appuntamento organizzato dal Comune di Genova – in accordo con il comitato dei parenti delle vittime – sarà sabato 13 alle 21 alla Radura della Memoria, sotto il nuovo viadotto San Giorgio, per un concerto di musica classica e sacra eseguito dall’Accademia del chiostro. A seguire, il Gruppo arquatese astrofili posizionerà i propri telescopi per l’osservazione di Saturno e, dopo le 22.30, della luna e di Giove, con proiezione di immagini sul nuovo viadotto.

Domenica, alle 8.30 nella chiesa di San Bartolomeo della Certosa, la Messa celebrata dall’arcivescovo Marco Tasca. Alle 10.20 è previsto l’arrivo alla Radura della Memoria dei partecipanti alla camminata in ricordo delle vittime organizzata dall’associazione “Noi per voi Valle Stura Masone”, con i sindaci della vallata: saranno presenti 43 bambini che porteranno un pensiero ai parenti delle vittime.

Alle 10.30, la cerimonia ufficiale, con la partecipazione del ministro Enrico Giovannini che depositerà la corona della presidenza del Consiglio dei ministri. Seguiranno gli interventi dell’imam Salah Hussein, dell’arcivescovo, del sindaco di Genova Marco Bucci, del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e di Egle Possetti, presidente del comitato Parenti vittime Ponte Morandi.

Alle 11.36 sarà osservato un minuto di silenzio e, in contemporanea, saranno suonate le sirene delle navi in porto e le campane di tutta la diocesi. La cerimonia sarà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook del Comune di Genova.

@riproduzione riservata

CRONACA