Michele Imparato

Da Petrazzuolo a Pandolfi, i napoletani delle Vespe

Michele Imparato,  

Da Petrazzuolo a Pandolfi, i napoletani delle Vespe

La gara del Maradona è anche una sfida in famiglia per tanti calciatori della Juve Stabia che sono napoletani o vivono in provincia. Una colonia nutrita che parte, però, da chi fa parte dello staff di Colucci. Parliamo di Amedeo Petrazzuolo, preparatore dei portieri delle Vespe, napoletano doc e che ha giocato anche cinque anni nel settore giovanile del Napoli. C’era proprio lui a difendere la porta della Juve Stabia nella storica vittoria dei gialloblù contro gli azzurri nel derby del Menti. Petrazzuolo dopo aver finito la sua carriera è rimasto nel calcio ma nel ruolo di preparatore dei portieri facendo parte dello staff di Caserta nell’anno della promozione della Juve Stabia in B. Dopo la retrocessione in Lega Pro era andato all’Ascoli e quest’anno è ritornato a Castellammare. Per quanto riguarda i calciatori uno dei napoletani è Marco Caldore. Il difensore che si appresta a giocare la sua terza stagione con la Juve Stabia e che di recente ha anche prolungato il suo contratto. Oltre a Marco Caldore c’è poi Emmanuele Matino. Altro difensore e volto nuovo delle Vespe acquistato dal ds Di Bari dopo la scorsa stagione con la maglia del Potenza. A completare la scuderia di difensore c’è Michele Peluso, terzino di fascia destra che a gennaio scorso è stato preso dall’ex ds Rubino dalla Mariglianese. Dal reparto difensivo si arriva direttamente all’attacco dove c’è Gaetano D’Agostino, esterno di proprietà del Napoli ceduto alla Juve Stabia in prestito per maturare esperienza dopo aver giocato in Primavera. Il 2003 si gioca molto in questa stagione con le Vespe che potrebbe essere importante per la sua carriera. Dulcis in fundo c’è Luca Pandolfi. Attaccante acquistato dal Cosenza ed ex Turris. Pandolfi è anche lui napoletano di nascita ma cresciuto calcisticamente nell’Alto Vicentino. Poi ci sono altri giovani della rosa di Leonardo Colucci come Todisco, originario di Torre del Greco e Mariano Guarracino nato a Vico Equense.

CRONACA