Andrea Ripa

La scuola del Flocco rischia di chiudere, è ancora alta tensione a Poggiomarino

Andrea Ripa,  

La scuola del Flocco rischia di chiudere, è ancora alta tensione a Poggiomarino

La scuola elementare di uno dei quartieri più popolosi di Poggiomarino rischia la chiusura per carenza di iscritti. Dopo l’invio di una comunicazione da parte della dirigente scolastica ai genitori dei bimbi che sognavano di frequentare l’istituto del rione – che negli anni ha visto crescere intere generazioni – in città la tensione sulla vicenda resta alta. E a 48 ore da quella missiva in cui si «invitano» le mamme a «valutare» l’iscrizione al prossimo anno scolastico in un altro istituto, di rassicurazioni e certezze in vista del futuro ne sono arrivate ben poche. Anche dal Comune, che pure aveva annunciato un impegno già a maggio scorso quando la vicenda era stata portata all’attenzione del consiglio, poche garanzie. Il sindaco Maurizio Falanga ha annunciato che «si tratta di una decisione non ancora ufficiale. Come amministrazione e per le nostre competenze stiamo facendo di tutto perché non ci sia alcuna chiusura. Anche se la decisione definitiva non spetta a noi», ha precisato la fascia tricolore. Fonti interne al municipio di piazza De Marinis informano che i vertici della squadra di governo locale abbiano preso informazioni con la presidente dell’istituto alla periferia di Poggiomarino e attendano una comunicazione ufficiale dalla scuola entro i prossimi giorni. Nel frattempo le tensioni sono alte. I genitori dei bimbi chiedono di conoscere i «responsabili» di una vicenda che a due settimane dall’inizio della scuola e dopo la presentazione della domanda di iscrizione rischia di diventare grottesca. Ad oggi ci sono 15 bimbi che hanno chiesto di presentato istanza per frequentare l’anno prossimo le lezioni nella scuola elementare in piazza al Flocco. Per la dirigente scolastica, che nei mesi scorsi aveva fissato in questa unità il minimo utile per garantire l’inizio dei corsi, le iscrizioni sono poche. Ad oggi la scuola rischia seriamente di non aprire i battenti tra pochi giorni. Sarebbe uno schiaffo a uno dei quartieri più popolosi della città e a un edificio storico che negli anni ha visto crescere tantissimi bambini della città. A infiammare la discussione sul futuro dell’istituto anche l’appello delle forze di opposizione, perché oltre alle legittime preoccupazioni di tante mamme la questione è diventata anche politica. «Il sindaco annunciò un progetto futuristico per Flocco, assicurado mobilitazione immediata e scongiurando la chiusura. – fanno sapere Cangianiello, Annunziata & Co. – A pochi giorni la situazione è immutata. Flocco però fa parte ancora di Poggiomarino. Una scuola che chiude è un fallimento per l’intera comunità.

CRONACA