Mario Memoli

Sarno, si schianta con il parapendio: in coma un violinista di Angri

Mario Memoli,  

Sarno, si schianta con il parapendio: in coma un violinista di Angri

Sarno/ Angri.  E’ in gravi condizioni il 67enne docente di musica presso il “Martucci” di Salerno (da pochi mesi in pensione)  lanciatosi giorni fa con il parapendio a Sarno e schiantatosi sul binario morto.  Tutto ha avuto inizio nella giornata di venerdì quando il violinista P.V., è stato trasportato prima in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale di Sarno e poi trasferito all’Umberto I di Nocera Inferiore.

Le sue condizioni sono apparse subito molto serie  a causa di una profonda emorragia cerebrale. Un quadro clinico aggravato da fratture vertebrali e costali. Inevitabile il ricovero nel reparto di Rianimazione del nosocomio di viale San Francesco dove il docente è tenuto in coma farmacologico, monitorato costantemente dai camici bianchi.

L’impatto con il suolo è stato violentissimo. Il 67enne di Angri è stato costretto ad effettuare un atterraggio di emergenza, che non è servito ad evitare che il parapendio si schiantasse al suolo.

Difficile ricostruire la dinamica dell’incidente dal momento che i carabinieri della Stazione di Sarno non hanno potuto acquisire la testimonianza del diretto interessato e né di persone che erano con lui. Era da solo e quando è stato soccorso era ancora cosciente, ma non a sufficienza per raccontare ciò che era accaduto. Non si esclude che  possa essere stato colto da malore mentre era in volo e abbia perso così il controllo del velivolo.

I medici che lo hanno soccorso ipotizzano che l’anziano possa aver avuto un’emorragia cerebrale proprio mentre era ad alta quota ed in seguito al malore sia sia schiantato al suolo, nella zona di Sarno. Il 67enne, venerdì, come aveva fatto tante altre volte, aveva deciso di dedicarsi alla sua passione, lanciandosi da un’altura con il parapendio e da poco tempo aveva anche rinnovato il brevetto di volo.  Proprio chi lo conosce continua a sostenere che sia stato un malore improvviso a fargli perdere il controllo della vela. Sposato e padre di due figli, P.V. è  docente in pensione da pochi mesi, ha insegnato per anni violino al Conservatorio Giuseppe Martucci di Salerno.

Da sempre appassionato di volo, appena aveva l’opportunità raggiungeva un’altura e si lanciava con il parapendio, per osservare il mondo dall’alto. Venerdì qualcosa è andato storto. Forse un malore e la perdita di sensi prima dello schianto violento. Nonostante i soccorsi siano stati allertati tempestivamente, non è stato facile rintracciare il punto preciso in cui il parapendio si era schiantato, su un binario morto, in una zona isolata, nel comune di Sarno.

L’episodio ricorda quello accaduto a un 40enne mesi fa ai Capaccio dove il professionista (un medico) aveva urtato un masso finendo di sotto dopo un volo di alcuni metri. Anche in quel caso le condizioni erano disperate e con il passare dei giorni la situazione migliorò e l’uomo uscì fuori dal coma. Si spera che anche con il docente di musica la situazione diventi più rosea rispetto a quella di queste ore.

@riproduzione riservata

CRONACA