Andrea Ripa

Stalking alla vicina, si denuda sul balcone. Choc a Torre Annunziata

Andrea Ripa,  

Stalking alla vicina, si denuda sul balcone. Choc a Torre Annunziata

I primi episodi risalgono ad alcuni mesi fa, quando la vittima di una storia di stalking, disagi e tormenti nel cuore di Torre Annunziata ha allertato per la prima volta le forze dell’ordine. Dal balcone della sua abitazione ha notato il suo vicino che, senza vestiti, le lanciava messaggi mentre si mostrava nudo dal proprio appartamento. Atteggiamenti divenuti una triste costante per una casalinga di 50 anni della zona, costretta a convivere con chi – dall’altro lato della palazzina – le ha reso una vita un incubo. Prima gli strani messaggi «d’amore», poi le frasi sempre più sconce. E infine vere e proprie esibizioni in pubblico. Sul balcone. A ogni ora del giorno e della notte. Tanto che anche dalla strada – siamo a Torre Annunziata sud, nei pressi di via Vittorio Veneto – c’è chi ha assistito a questi «strani» atteggiamenti. Scene di ordinaria follia e di disagio sociale che si verificano sempre più spesso. Vicende non soltanto segnalate al quotidiano Metropolis da parte di alcuni residenti del quartiere, stanchi di assistere a «spettacoli sgraditi», ma anche alle forze dell’ordine intervenute in più di una occasione nel tentativo di mettere un freno a questi atteggiamenti. Senza grossa fortuna. Perché nonostante i numerosi interventi da parte dei carabinieri, ogni settimana c’è una pattuglia ferma sotto l’abitazione dell’uomo, un 50enne della zona. Lo stalking ai danni della donna resta una costante. L’inferno della 50enne oplontina, che divide l’appartamento con il padre, va avanti senza sosta da troppo tempo. Svelato anche agli investigatori a cui avrebbe raccontato di essere «costretta» a chiudersi in casa per non guardare quell’uomo che dal balcone di fronte – senza vestiti – le dedica spettacoli indecenti. Spesso urlando e pronunciando frasi sconce proprio all’indirizzo della 50enne e del padre della donna. «Non esco più, ho paura di incrociare anche il suo sguardo. Sono spaventata», il racconto disperato contenuto in una delle tante denunce presentate nel corso degli ultimi mesi ai militari di Torre Annunziata. Paure e tormenti capaci di trasformare la vita di una 50enne in un inferno da cui non riesce a uscire a causa di un vicino di casa che da mesi ha cominciato a stalkerizzarla. Alla base di questi atteggiamenti contenuti in un dossier raccolto dalle forze dell’ordine nel corso degli ultimi mesi – oltre a un profondo disagio sociale – ci sarebbe una storia d’amore non corrisposto, sfociata poi in una serie di atti ai limiti dell’oltraggio al pudore. Vicende segnalate e denunciate alle forze dell’ordine, ma la richiesta di intervento da parte dello Stato non è bastata per consentire alla donna di uscire dal tunnel infernale in cui è finita da diversi mesi e da cui fa fatica a uscire fuori.

CRONACA