Buoni libro a Torre Annunziata: rivoluzione digitale per gli aiuti

Redazione,  

Buoni libro a Torre Annunziata: rivoluzione digitale per gli aiuti

Buoni libro per gli studenti di Torre Annunziata che frequentano le scuole secondarie di primo e secondo grado. Dopo settimane di attesa il Comune ha diramato le procedure per l’assegnazione degli aiuti alle famiglie che presenteranno istanza. Sarà una rivoluzione digitale quella adottata dalla commissione anticlan insediatasi dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose del Comune. Le domande infatti saranno esclusivamente telematiche, stop alle istanze cartacee. Ci sarà tempo fino al prossimo 17 ottobre per caricare sulla piattaforma digitale indicata dal Comune per far richiesta del contributo economico per l’acquisto dei tagliandi. Gli interessati potranno procedere all’iscrizione on-line, o al rinnovo dell’iscrizione se già registrati utilizzando l’apposita Piattaforma in cloud fornita da Etica Soluzioni, accedendo al sito: https://www6.eticasoluzioni.com/iscrizioninettorreannunziata  Essendo una procedura on line, e quindi con l’eliminazione Totale del cartaceo, oltre il termine su descritto sarà impossibile per gli utenti interessati entrare nel portale per iscriversi o rinnovare l’iscrizione. La procedura da seguire è dettagliatamente descritta nella mini guida da scaricare sul sito istituzionale, semplice e intuitiva. Qualora l’utente dovesse riscontrare difficoltà nella registrazione, potrà rivolgersi al Servizio Pubblica Istruzione del Comune di   Torre Annunziata, inviando una e-mail all’indirizzo: [email protected]  Destinatari degli aiuti le famiglie di Torre Annunziata che presentino un valore Isee che rientri nelle due fasce individuate dai commissari: la prima fascia per i contribuenti con Isee che va da 0 a 10.633 euro; mentre la seconda fascia per chi ha reddito Isee compreso tra 10.633,01 e 13.300 euro. Per ogni studente va compilata apposita richiesta. Al momento dell’iscrizione bisogna avere a disposizione la seguente documentazione/informazioni: codice fiscale del genitore o tutore esercente la potestà genitoriale o del maggiorenne che presenta la domanda on-line; codice fiscale del minore per i quali si richiede l’iscrizione; indirizzo di posta e-mail; almeno un numero di telefono cellulare; attestazione Isee in corso di validità; fotocopia del documento d’identità del richiedente, fronte-retro, in corso di validità. L’ufficio competente, procederà durante ed al termine della procedura, al controllo della situazione anagrafica dichiarata. Nel caso in cui il valore dell’Isee presentato sia pari a zero, pena esclusione del beneficio, è necessario attestare e quantificare le fonti ed i mezzi dai quali il nucleo familiare ha tratto sostentamento.

CRONACA