Michele Imparato

Juve Stabia. Stasera la presentazione con la sorpresa Zigoni

Michele Imparato,  

Juve Stabia. Stasera la presentazione con la sorpresa Zigoni

Serata di presentazioni al Romeo Menti. La nuova Juve Stabia sfila davanti ai tifosi alla vigilia del derby con la Turris di domenica. Una presentazione che potrebbe prevedere anche una sorpresa per i tifosi. Probabilmente, potrebbe essere annunciato anche un nuovo acquisto, il tanto atteso attaccante che la società sta cercando e il cui identikit porta, ormai, a Gianmarco Zigoni. L’ex Treviso, Milan, Venezia e Virtus Verona  dovrebbe essere il rinforzo in attacco per la Juve Stabia allenata da Leonardo Colucci. Ieri Zigoni si è già allenato al Menti a parte. L’appuntamento per gli stabiesi è alle 19 sugli spalti dello stadio Menti. La serata prevede la presentazione della nuova rosa oltre che gli interventi del presidente Andrea Langella, del socio Giuseppe Langella e del nuovo ds Di Bari. Alla presenza di tutti i vertici societari, poi interverrà anche il presidente della Givova Giovanni Acanfora. Altro momento clou della serata, infatti, è la presentazione della nuove maglie per la stagione 2022/2023. In realtà le nuove maglie della Juve Stabia sono state già svelate sui canali social della società che hanno potuto vedere l’inedita prima maglia che ha un po’ diviso la tifoseria visto la scomparsa delle storiche strisce verticali sostituite da uno sorta di mosaico. Per l’occasione sarà consegnata anche la maglia ufficiale numero 12 alla Curva Sud. Il tutto a pochi giorni dall’atteso derby contro la Turris. La vittoria di domenica contro la Gelbison ha portato un po’ di entusiasmo tra i tifosi della Juve Stabia che ora scalpitano per l’esordio al Menti. Una prima speciale perchè coincide con il derby con la Turris e che richiamerà sicuramente tanti tifosi sugli spalti senza dimenticare già gli oltre mille abbonati.  A Castellammare si percepisce un rinnovato interesse verso le Vespe dopo gli ultimi due anni segnati in un buona parte anche dalla pandemia con il timore e i protocolli rigidi anti covid.

CRONACA