Boscoreale, rivoluzione in giunta: cambiano le deleghe

Pasquale Malvone,  

Boscoreale, rivoluzione in giunta: cambiano le deleghe

Boscoreale. Il rilancio del settore urbanistica dopo anni di buio e carenze di personale. Si può leggere in questo modo la decisione del sindaco Antonio Diplomatico di rimodulare, in parte, alcune deleghe all’interno della compagine di governo. Il settore, di sicuro interesse strategico, è stato affidato al vicesindaco Francesco Faraone, già titolare di Sport ed Eventi, Edilizia scolastica, Manutenzione, Monitoraggio azioni e attuazione dei fondi PNRR, anche quest’ultima di recente assegnazione. L’obiettivo è rilanciare le attività di un ufficio che ha risentito più degli altri dei pensionamenti a catena dei dipendenti, incluso quello del caposettore. Grazie all’approvazione del piano triennale del fabbisogno del personale, il comune assumerà almeno 26 unità, tra vigili, tecnici e caposettori. Intanto si sta per chiudere la finestra per la presentazione della candidatura di un istruttore tecnico, 10 vigili urbani part time e 6 istruttori amministrativi. La prima tranche per il potenziamento della pianta organica si è conclusa al 31 dicembre 2021 e ha portato alla sottoscrizione di ben 14 contratti, tra cui due dirigenti: il comandante dei vigili urbani, carica quest’ultima che è andata a Giovanni Sansone. Tutte queste assunzioni, previste nel piano triennale approvato dalla Giunta comunale, sono avvenute per scorrimento di graduatorie di concorsi espletati da altri Enti pubblici e per mobilità. Una modalità, questa, più celere e meno farraginosa scelta dalla giunta comunale per tamponare le ben note carenze di personale. Cimitero. L’altra delega riassegnata è quella al cimitero che è stata affidata all’assessore Ernesto Fiore, che, oltre alla Protezione Civile, lavorerà anche sul Progetto per il Bioparco e Benessere e cura degli animali. Bioparco che prevede un investimento di circa 18 milioni di euro. Il Bioma, bioparco Mediterraneo: Ambiente, Agricoltura e Alimentazione” è un progetto elaborato insieme all’Università degli Studi di Napoli Federico II. L’opera sorgerà nel cuore di Boscoreale, su un’area occupata dal parco pubblico di via Papa Giovanni XXIII. Il percorso botanico avrebbe anche lo scopo di mettere in luce ogni aspetto delle conoscenze riferibili al Regno delle Piante secondo processi di interpretazione unitari (realtà aumentata, sistemi georeferenziati, visite guidate, laboratori etc.); che consentirebbe di organizzare e gestire programmi educativi in materia, di realizzare database relativi alle collezioni botaniche, nonché di realizzare e gestire collezioni botaniche nelle aree e nei percorsi esterni ad esso assegnati. “Ho riassegnato alcune deleghe rispondendo alle attitudini dei miei assessori – ha commentato il sindaco Antonio Diplomatico – richiamando anche la loro formazione e professionalità, avranno modo di lavorare su altre tematiche. Continuiamo a lavorare compatti per la nostra Boscoreale, così da concludere nei prossimi mesi le opere significative per lo sviluppo del territorio e pianificare nel dettaglio altre che serviranno a migliorare ancora di più la vita ed il fare impresa”.

CRONACA