Cade da un’impalcatura, grave un operaio di Castellammare

Tiziano Valle,  

Cade da un’impalcatura, grave un operaio di Castellammare

Stava lavorando su un’impalcatura in un cantiere privato in via San Nicola dei Miri a Gragnano quando ha perso l’equilibrio ed è caduto giù. Un volo di circa due metri per un operaio, E.A. di 49 anni, di Castellammare di Stabia, che ora è ricoverato in codice rosso all’Ospedale del Mare di Napoli. L’uomo, del rione Cmi, ha riportato fratture e traumi in varie parti del corpo, i medici non hanno sciolto la prognosi, ma non è in pericolo di vita. Sul caso adesso indagano i carabinieri della stazione di Gragnano e della compagnia di Castellammare di Stabia, che hanno già provveduto a sequestrare il cantiere e ad avviare tutti gli accertamenti del caso per verificare se venissero rispettate tutte le norme in materia di sicurezza del lavoro. L’incidente si è verificato ieri mattina, quando ormai la città di Gragnano si preparava a vivere al meglio la Festa della Pasta. E’ mezzogiorno quando alla centrale operativa del 118 arriva la segnalazione di un uomo caduto da un ponteggio in via San Nicola dei Miri. L’ambulanza ha impiegato poco per arrivare sul posto e constatare che l’uomo era cosciente, ma lamentava dolori in varie parti del corpo. Un politrauma preoccupante secondo i medici che l’hanno trasferito d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo. Qui il quarantanovenne di Castellammare di Stabia è stato sottoposto alle prime cure del caso e anche agli accertamenti che hanno evidenziato fratture e versamenti in particolare alla schiena e alle braccia. Dopo i primi esami, i medici del San Leonardo hanno disposto il trasferimento dell’operaio stabiese all’Ospedale del Mare di Napoli, dov’è tuttora ricoverato in prognosi riservata. Rassicurati però i familiari dell’uomo, perché secondo i medici il quarantanovenne non è in pericolo di vita. Subito dopo l’arrivo dell’ambulanza sul cantiere sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Gragnano che hanno ricostruito la dinamica dell’incidente, attraverso le testimonianze di alcuni colleghi di lavoro e persone presenti in quella zona quando l’uomo è caduto dal ponteggio. Possibile che l’uomo abbia perso l’equilibrio mentre portava qualcosa tra le mani oppure che sia inciampato salendo sull’impalcatura. Identificato anche il titolare della ditta e il responsabile della sicurezza. Come da prassi i carabinieri hanno sequestrato il cantiere. Effettuati anche tutti i rilievi del caso per verificare se in quel cantiere venissero rispettate anche tutte le norme in materia di sicurezza. Un incidente che riaccende proprio i fari su questo tema e sulla necessità di prevenire possibili episodi con controlli più serrati soprattutto nei cantieri privati.

CRONACA