Gragnano, la kermesse della Pasta diventa internazionale

metropolisweb,  

Gragnano, la kermesse della Pasta diventa internazionale

La festa della pasta di Gragnano assume subito una dimensione internazionale con la firma di un accordo, avvenuta durante la presentazione della kermesse che parte oggi, con la Senatrice dello Stato della Florida, Maria Sachs. Il protocollo è una collaborazione fra le due comunità volta ad incentivare l’esportazione della pasta nello stato della Est Coast che è tra i maggiori consumatori di pasta negli States ma anche, e soprattutto, a creare un dialogo fra le due comunità per promuoverne lo sviluppo. A dimostrazione della dimensione internazionale, che quest’anno si è voluto dare all’evento, anche la presenza di Monika Schmutz Kirgoz, ambasciatrice svizzera in Italia. E’ sicuramente questo il momento più importante della presentazione avvenuta ieri pomeriggio durante il press lunch organizzato presso l’Hotel Stabia a Castellammare di Stabia. Alla presenza del presidente del Consorzio della Pasta Igp Gragnano, Massimo Menna.

“Con questa firma – ha dichiarato il sindaco Nello D’Auria – lo Stato della Florida e la città di Gragnano si abbracciano, nonostante vi sia l’Oceano di mezzo, in questo accordo di crescita della comunità. Una festa che per noi sicuramente significa la presenza sul territorio, ma senza perdere di vista i mercati globali e il futuro delle nostre produzioni”. Il tradizionale taglio della Pasta, invece, che apre solitamente ogni kermesse dedicata all’arte bianca a Gragnano, si è svolta all’esterno del Chiostro di San Michele. Il sindaco, il presidente del Consorzio e tanti bambini hanno “spezzato” gli spaghetti come segno beneaugurante per un appuntamento che mette ancora una volta l’arte dei pastai gragnanesi al centro dell’attenzione.

A lanciare i primi workshop che si sono svolti ieri volti noti della tv come Veronica Maya, conduttrice Rai e Fulvio Quaranta. A loro è toccato il compito di intervistare Erri De Luca, scrittore e saggista, che ha affrontato i temi legati alla storia della pasta. Intanto sono stati allestiti tutti i punti in cui gli chef hanno iniziato a cucinare per le migliaia di persone che ieri hanno affollato via Roma e le altre strade che in questi tre giorni saranno interamente dedicate alla festa. Poco prima l’inaugurazione del Museo della Pasta sul quale l’amministrazione D’Auria ha investito e che, con la collaborazione di Regione e Consorzio, punta a diventare un centro di eccellenza che sarà punto di riferimento anche a livello internazionale. Oggi si replica con i workshop dedicati al settore enogastronomico e al turismo.

CRONACA