Lo Zecchino d’Oro 2022, tra gli autori anche Checco Zalone

Redazione,  

Lo Zecchino d’Oro 2022, tra gli autori anche Checco Zalone

Per Checco Zalone l’unico dubbio è stato: “E’ la mia prima canzone senza parolacce… ma piacerà?”. A Enrico Ruggeri era stato chiesto un brano inutilizzato che teneva nel cassetto: non ne aveva e ne ha scritto uno in tre giorni. Elio e le Storie Tese hanno puntato invece sull’allegria, trattando il loro argomento con toni delicati. Non ci solo compositori per bambini tra gli autori delle 14 canzoni, selezionate sulle 630 arrivate, per la 65/a edizione dello Zecchino d’Oro. Da oggi, sono disponibili in digitale e su tutte le piattaforme streaming, distribuite da Sony Music Italia, che in una conferenza stampa nella sua sede milanese ha presentato l’evento. Da decidere resta la data della messa in onda su Raiuno che trasmette la gara canora dedicata ai bambini dal 1961. Sicuramente tra novembre e dicembre, in base alla programmazione dei Mondiali di calcio. Le 14 canzoni saranno interpretate dal vivo da 17 piccoli solisti provenienti da tutta Italia, accompagnati come sempre dal Piccolo Coro dell’Antoniano, diretto da Sabrina Simoni. Direttore artistico Carlo Conti: “E magari presenterò pure la puntata finale – ha scherzato il conduttore – Questo è un impegno che ho aggiunto agli altri con tanto divertimento perché i bambini, e io lo so perchè ne ho fatto uno in età avanzata, ora ha 8 anni, ti spiazzano e stupiscono sempre, con la loro spontaneità e la loro sintesi”.

Le canzoni, come ha spiegato il direttore musicale Lucio Fabbri, trattano gli argomenti più vari, dall’ecologia ai rapporti con i genitori. E alle osservazioni se non è troppo presto coinvolgerli già in certe tematiche, ha replicato Conti. “I bambini parlano dell’attualità perché parlano di tutto e vivono il presente: non commettiamo l’errore di applicare anche ai bambini il politicamente corretto altrimenti non potremmo più far cantare loro ‘Il lungo, il corto e il pacioccone'”, ha detto riferendosi a un brano dello Zecchino d’oro 1970. La 65/a edizione dello Zecchino, intitolata ‘Semplicemente bambini’, si preannuncia con numeri da record: fino ad oggi oltre 2 miliardi di visualizzazioni e 2 milioni di iscritti al canale YouTube ufficiale Zecchino d’Oro-Piccolo Coro dell’Antoniano. “Abbiamo condiviso con l’Antoniano l’enorme successo dello Zecchino d’Oro anche nel nuovo scenario digitale – ha detto Stefano Patara General Manager Strategic & Catalogue – Il risultato di un incredibile percorso di crescita e rinnovamento che l’Antoniano ha saputo intraprendere, pur nel solco di una tradizione che si rinnova di generazione in generazione”.

Per l’Antoniano, lo Zecchino d’Oro non è più solo un programma televisivo: è un progetto di crescita, intrattenimento educativo, di condivisione di valori, che dura tutto l’anno. “Non dimentichiamo che ci sono anche tanti bambini sfortunati ai quali l’infanzia è strappata molto presto”, ha ricordato Fra Giampaolo Cavalli, direttore di Antoniano. Quindi, oltre al tradizionale impegno contro ogni forma di povertà e disuguaglianza, per l’edizione 2022 si affiancano altri progetti: l’apertura di Zecchino d’Oro Channel; ‘A scuola d’italiano con lo Zecchino d’Oro’, videoclip girati in modo da rendere testo e mood più facilmente accessibili anche ai bambini ipo-udenti o non udenti e due format, uno con protagonista l’asinello Nunù e l’altro sullo ‘Zecchino d’Oro Casting Show’.

CRONACA