Michele Imparato

La Juve Stabia ritrova Marotta 500 giorni dopo

Michele Imparato,  

La Juve Stabia ritrova Marotta 500 giorni dopo

Dopo il Monopoli la Juve Stabia rigioca al Menti sabato sera contro la Viterbese. Altra partita che metterà alla prova le ambizioni della squadra di Colucci. Le Vespe sono partite bene in campionato con tre vittorie su quattro partite. L’unico ko per ora è stato il derby con la Turris tra le mura amiche poi le vittorie contro Gelbison, Monterosi e Monopoli. Soprattutto quest’ultima ha decisamente fatto aumentare l’autostima della Juve Stabia vista la caratura dell’avversario. Domenica la squadra di Colucci ha giocato la partita perfetta sia per interpretazione che per l’approccio stanando il Monopoli con un primo tempo di notevole intensità e poi gestendo nel secondo tempo correndo pochi pericoli dopo il ritorno del Monopoli. Sabato sera c’è la sfida con la Viterbese, tornata nel girone C dopo un anno di assenza. Nella squadra laziale c’è il grande ex: Alessandro Marotta. Il colpo da novanta messo a segno dalla Viterbese che ha preso l’attaccante promosso in B col Modena anche se nell’ultimo anno ha giocato non tantissimo per via di un infortunio al piede. Il ‘diablo’ Marotta, nonostante le 36 primavere, resta sempre un cecchino temibile da limitare e la Juve Stabia lo sa bene visto che due anni fa ha vestito la maglia delle Vespe. Marotta, inutile, dire che ha lasciato un ottimo ricordo a Castellammare e se vogliamo anche un velo di rammarico perchè la sua parentesi è durata cinque mesi. L’ex Catania e Benevento era stato preso nel mercato di gennaio dalla Juve Stabia per potenziare il reparto offensivo della squadra allenata da Padalino. Dopo un periodo di ambientamento Marotta si era sbloccato nel derby di Cava segnando su rigore ma il top ha iniziato a raggiungerlo nella partita di Palermo con una doppietta. Da quella gara in poi Marotta non si è più fermato segnando la tripletta alla Turris e poi una rete nelle partite con Viterbese, Paganese, Potenza e Casertana salvo fermarsi nella gara col Catanzaro che poi aveva messo fine alla lunga imbattibilità della Juve Stabia dopo un gran girone di ritorno in cui le Vespe avevano anche centrato il record di vittorie consecutive fuori casa. Alla fine il ‘diablo’ ha conclusa la stagione con 13 gol, 12 in campionato e uno nei playoff, nel primo turno contro la Casertana. Da lui sarebbe poi dovuto ripartire il progetto della società di Langella ma, invece, le strade si sono interrotte con il bomber Marotta che ha ottenuto la rescissione per andare al Modena e vincere poi il campionato. Il suo posto alla Juve Stabia nel frattempo era stato preso da Umberto Eusepi. Sabato ci sarà il ritorno di Alessandro Marotta allo stadio Menti di Castellammare dopo quasi 500 giorni dall’ultima partita giocata, quella nel secondo turno dei playoff contro il Palermo.

CRONACA