Luce nel rione Gescal di Boscoreale, inaugurata la nuova scuola

Pasquale Malvone,  

Luce nel rione Gescal di Boscoreale, inaugurata la nuova scuola

Un edificio scolastico sicuro, moderno ed efficiente. Si è svolta ieri mattina la cerimonia inaugurale della scuola primaria e dell’infanzia dell’Istituto Comprensivo 2° Dati, nel rione Gescal, oggetto di un importante intervento di riqualificazione, sia da un punto di vista strutturale che dei servizi. Al taglio del nastro erano presenti il sindaco Antonio Diplomatico, Francesco Faraone, assessore all’edilizia scolastica, Luca Giordano, assessore ai lavori pubblici e il dirigente scolastico Pasquale Mirone. “Abbiamo conseguito un altro punto importante del nostro programma elettorale. E ciò è stato possibile grazie al lavoro congiunto di assessori, consiglieri e dirigenti. Un altro traguardo – ha detto il primo cittadino – che mi rende particolarmente orgoglioso, soprattutto perchè restituiamo agli alunni una scuola completamente rinnovata e inclusiva, dotata di ogni comfort e sicurezza. Inoltre, questo edificio scolastico– ha aggiunto – rientra in un progetto di più ampio respiro che sta portando alla riqualificazione integrale di un quartiere che era stato abbandonato da anni”. I fondi, per circa 700mila euro, sono stati stanziati dalla Regione, nell’ambito degli interventi per la realizzazione del Programma di Recupero Urbano Villa Regina. Gli interventi sono mirati all’adeguamento sismico della struttura, alla sostituzione di tutti gli infissi esterni e delle porte interne, al rifacimento dell’impianto idrico dei bagni e all’ammodernamento dell’impianto di riscaldamento. Inoltre, è stato possibile rimettere a nuovo la palestra annessa al corpo dell’edificio. Non ultimo, il progetto prevede interventi a favore dei diversamente abili, con la realizzazione di un ascensore. La scuola elementare Gescal era stata realizzata negli anni ottanta e da allora, a parte qualche intervento di manutenzione ordinaria e straordinaria, nulla è stato fatto. Il finanziamento è stato erogato dal Governo regionale nell’ambito dell’accordo di Programma di Recupero Urbano (PRU) che prevede il recupero e la realizzazione di sette opere pubbliche che interessano il quartiere del Piano Napoli di Villa Regina. Interventi che sono finalizzati alla riqualificazione di un’area caratterizzata, da un lato, da un forte degrado sociale ed urbanistico, dall’altro dalla presenza della villa romana candidata come patrimonio Unesco e dall’Antiquarium, unico museo archeologico della Soprintendenza Archeologica di Pompei. Le opere di riqualificazione previste prevedono: l’edificio scolastico nel rione Gescal; le aree adiacenti il museo; via Gesuiti e piazza Masseria Gesuiti; via Montessori e spazi verdi di aggregazione e il parcheggio per gli autobus in via Settetermini che ha fatto storcere il naso anche agli amanti del cemento selvaggio. Di recente, sono stati ultimati i lavori per la riqualificazione di via Montessori, nel cuore del rione Gescal, per un ammontare di circa 600 mila euro. L’arteria in questione, che si estende per circa un chilometro, attraversa l’intero quartiere popolare dove insistono due istituti scolastici: l’istituto Superiore Ernesto Cesaro – Vesevus e la scuola elementare Gescal. Per via Montessori si è proceduto al rifacimento del manto stradale, dei marciapiedi e dell’impianto di pubblica illuminazione. Inoltre, nel progetto è prevista la realizzazione di spazi verdi, con l’installazione di panchine e parco giochi per i bambini, oltre ad una serie di totem turistici.

CRONACA